Speranza a Renzi, Letta andava bene

Renzi non transige sulla questione migranti

Renzi non transige sulla questione migranti

LA REPLICA - Enrico Letta si è limitato ad una replica brevissima ma altrettanto tagliente: "Sono in fase zen - ha risposto a chi gli ha chiesto un commento sulle rivelazioni di Renzi nel libro - il silenzio esprime meglio il disgusto e mantiene le distanze da scomposte provocazioni".

Assicura, piu' volte nel corso della giornata, di "essere nella fase Zen della mia vita", quella in cui anche guardare "alle pagine che appartengono al passato", come la sconfitta al referendum, serve a fare tesoro degli insegnamenti che arrivano dagli alti e bassi della vita, come per "i finti amici che se ne vanno", a conferma dello "sport italiano della discesa del carro".

Il Pd, secondo l'ex premier "ha semplicemente deciso di cambiare cavallo" e Letta, a suo avviso, invece di prendere atto decide "di fare la parte della vittima che funziona sempre in un paese in cui si ha più simpatia per chi non ce la fa che per chi ci prova".

Ma ieri è uscito Avanti, il nuovo libro di Matteo Renzi nel quale il segretario è tornato a parlare a scrivere proprio sulla 'staffetta'. La storia è nota, a Letta fu fatto mancare l'appoggio proprio dal suo partito che volle 'sostituirlo' con Renzi alla presidenza del Consiglio (era il 2014). Non sarebbe affatto strano se questo fosse uno dei tanti post pubblicati ogni giorno da Matteo Salvini sul suo profilo Facebook, ma così non è: no, questa frase, pronunciata ai microfoni di Rtl 102.5, è di Matteo Renzi. "Gli italiani capiscono, mi fido della loro intelligenza". 'A me sembra un caso psicanalitico - ha commentato sottovoce con qualche amico - Si sta avvitando in una spirale degna di Freud'. Io mi sono dimesso, punto. Non ci riuscirà, lo lascerò a rotolarsi nel fango da solo'.

La risposta di Letta (preso di mira da Renzi anche per il broncio in occasione del passaggio della campanella) non si è fatta attendere. Il giochetto "io contro il resto del mondo" già il 4 dicembre non gli ha portato bene. "Come si fa a dire che è stato tirato per la giacca perché prendesse il mio posto e poi affermare, davanti ai giornalisti, "lo rifarei domani"?".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.