Aiutarli a casa loro? Rossi: "Sì, con una patrimoniale sui redditi alti"

Il post rimosso di Renzi aiutiamoli a casa loro autogol ma riflettiamoci

Il post rimosso di Renzi aiutiamoli a casa loro autogol ma riflettiamoci

E' bastato un post su Facebook del Pd, peraltro velocemente cancellato, per far scattare polemiche e ironie sul web. 'Noi non abbiamo il diritto morali di accoglierli, ma abbiamo il diritto morale di aiutarli. Ma abbiamo il dovere morale di aiutarli. "Durante un Consiglio europeo, avendo notato che sto scrivendo un sms a mia figlia - la quale, nella sua passione per la cosa pubblica, ha una naturale simpatia verso le donne che fanno politica -, Angela Merkel mi chiede il telefonino e invia personalmente a Ester un sms", scrive Matteo Renzi nel suo libro, come riporta l'anticipazione affidata al Corriere della Sera. Dalla marcia pro-migranti "Insieme senza muri" dello scorso 20 maggio, organizzata e rivendicata tra gli altri dal Pd meneghino per chiedere una Milano senza muri e fondata sull'accoglienza - ha sfilato anche lo slogan di centri sociali e associazioni "Nessuno è illegale" -, poco meno di due mesi dopo il Partito democratico, attraverso il segretario metropolitano Pietro Bussolati, ritratta e rilancia uno slogan nettamente contrapposto. Ma bello che i Gd milanesi si facciano sentire, siamo una comunità viva.

Lapidario invece Matteo Salvini, che sfida Renzi e il governo Gentiloni: "Agisca o è un buffone". Come per esempio Pippo Civati che ironizza: "Diffidate delle imitazioni, mi raccomando".

Un'anticipazione del libro Avanti di Matteo Renzi si è trasformata in poche ore in un clamoroso autogol, sconfessando anni di politiche migratorie sciagurate e sonoramente bocciate dall'elettorato alla recente tornata elettorale.

Ma il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, non la pensa proprio così: "Non ci possiamo tirare indietro rispetto al dovere di salvare le persone in mare, ma contemporaneamente dobbiamo chiedere all'Europa di ripartire questo sforzo", ha detto parlando a Messina per una convention al Palacultura.

Agenpress - Aiutare i migranti "a casa loro è un principio di buonsenso né leghista né di sinistra".

Andare, quindi, oggi a Tallinn a mendicare aiuti ha significato far la figura dei pirla, perché tutti gli altri Paesi (che si rifiutano di aprire i loro porti) sapevano non solo dell'accordo 'sopra il tavolo' ma anche di quello 'sotto il tavolo' (come diceva spesso Gianni De Michelis a commento degli accordi internazionali).

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.