Agente accoltellato a Milano, decreto di espulsione per l'aggressore

Scarcerato il migrante che ha accoltellato un agente a Milano

Scarcerato il migrante che ha accoltellato un agente a Milano

È stato scarcerato con obbligo di firma il 31enne originario della Guinea che, il 17 luglio, ha aggredito con un coltello un poliziotto durante un controllo, all'esterno della stazione Centrale di Milano. L'uomo, che è senza fissa dimora, è stato portato dalla Polizia negli uffici immigrazione della questura di Milano. Imbarcato su un volo in partenza alle 18.25 da Malpensa con direzione Conakry.

Diallo, che ha fornito in passato diversi alias, si era scagliato lunedì proprio contro un agente, intervenuto per bloccarlo dopo che aveva minacciato con un coltello un addetto alle navette in servizio tra la stazione e gli aeroporti. Il militare aveva riportato solo una lieve ferita alla spalla perché la lama dell'aggressore era stata deviata dal giubbotto antiproiettile che indossava. La "condotta" di Saidou rientra nel reato di resistenza a pubblico ufficiale e "non travalica nel tentato omicidio" e la resistenza, assieme agli altri due reati contestati, il porto abusivo d'arma e le minacce aggravate, non giustificano la custodia cautelare in carcere, ha spiegato Vicidomini nell'ordinanza con cui ha disposto la scarcerazione. Irregolare e con un ordine di espulsione emesso da una questura lombarda nel luglio scorso, ha suo carico alcune denunce per lesioni, minacce e resistenza a pubblico ufficiale.

Diallo si è avvalso della facoltà di non rispondere. Si tratterà anche di applicare le leggi, non c'è dubbio, ma se le leggi sono queste bisogna anche pensare di cambiarle.

Immediato anche il commento della Lega Nord.

Il 30enne Saidou Mamoud Diallo è stato rimesso in libertà, per lui solo l'obbligo di firma. Due giorni fa accoltella un poliziotto a Milano. Vergogna! Se avesse accoltellato non un 'semplice poliziotto', ma un parente di un giudice o di un politico, non sarebbe a spasso.

Il pm di Milano Paola Pirotta aveva chiesto la convalida dell'arresto e la misura cautelare in carcere per tentato omicidio e resistenza a pubblico ufficiale per il guineano, anche indagato per minacce.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.