Uova contaminate, Coldiretti: in arrivo il bollino "fipronil free" su quelle italiane

UOVA        
          +CLICCA PER INGRANDIRE

UOVA +CLICCA PER INGRANDIRE

Una positività al Fipronil è stata rilevata su campionamento di uova in un impianto di produzione di pasta fresca di Civitanova Marche (qui il comunicato della Regione). Anche in questo caso il valore è ben al di sotto del limite di tossicità acuta (0,72 mg/kg).

Nelle ultime settimane sta facendo discutere e in parte anche preoccupare i consumatori il caso delle cosiddette uova contaminate da fipronil, un argomento piuttosto delicato considerata la natura dell'alimento di cui stiamo parlando che, spesso e volentieri, si trova alla base di molteplici preparazioni, tenendo sempre in considerazione l'importanza di restare informati e aggiornati evitando di dare sfogo ad allarmismi inutili che, in casi del genere, rischiano solo di creare il caos. Ieri una partita di uova era stata invece sequestrata in un negozio di Orbetello.

Tre nuovi sequestri di uova, inoltre, sono stati eseguiti in altrettanti esercizi commerciali di Capalbio (Grosseto). "Una azione di grande responsabilità dei produttori nazionali - sottolinea la Coldiretti - in attesa che si faccia chiarezza sulle reali fonti di contaminazione e nonostante le importanti rassicurazioni delle autorità sanitarie". La questione riguarda delle uova contaminate dal fipronil, un insetticida dannoso per la salute dell'uomo che sarebbe stato utilizzato in alcuni allevamenti provocando la contaminazione delle uova deposte dalle galline.

"Gli ottimi risultati dell'attività di contrasto messa in atto dai Carabinieri dei Nas - continua la Coldiretti - dimostra che in Italia il sistema dei controlli funziona ma va sostenuto da un forte impegno sul piano della trasparenza dell'informazione, estendendo l'obbligo di indicare l'origine a tutti i prodotti alimentari a partire dagli ovoprodotti ed i derivati, togliendo il segreto soprattutto sulla destinazione finale delle importazioni".

L'organizzazione agricola evidenza come le uova vendute direttamente dagli agricoltori sono soggette alle stesse regole e agli stessi degli allevamenti industriali, con il vantaggio che gli allevamenti di piccole dimensioni sono più facilmente controllabili e garantiscono maggiormente il benessere animale. Il ministero dell'Agricoltura ha reso noto che sono stati ritirati dal mercato cinque tipi di muffin e due tipi di brownie, distribuiti rispettivamente dai supermercati Leclerc e Leader Price.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.