Smartphone, Valeria Fedeli: "In aula dico si, sono un aiuto"

Fedeli promette 1000 tutor nelle scuole e corresponsabilità educativa tra scuola e famiglia

Fedeli promette 1000 tutor nelle scuole e corresponsabilità educativa tra scuola e famiglia

Di cosa stiamo parlando?

La Ministra dell'Istruzione Valeria Fedeli ha preannunciato che una commissione ministeriale, a partire dal prossimo venerdì, si riunirà per decidere quali linee guida adottare nell'uso dello smartphone a scuola. Il telefonino in mano a un ragazzo di 13 anni "è uno strumento che facilita l'apprendimento", dice Fedeli, "una straordinaria opportunità che deve essere governata". Il compito degli insegnanti sarà quello di guidare i ragazzi verso un corretto utilizzo dello strumento, evitando che gli alunni si distraggano o che possano utilizzarli per scopi che non c'entrano nulla con la didattica.

Ora abbiamo capito! Ora è chiaro perché i ragazzi usciti dalle medie non sanno dove sia Savona... "Si tratta di un provvedimento pericolosissimo, che rischia di portare i ragazzi alla perdita della capacità di pensare, leggere e scrivere in modo indipendente dai telefonini". "E so che non si può continuare a separare il loro mondo, quello fuori, dal mondo della scuola". Un'iniziativa, quella del capo di Viale Trastevere, che ha già scatenato un acceso dibattito non soltanto sulla rete. Lo smartphone, quindi, servirà esclusivamente a scopo didattico. E invece... La digitalizzazione della scuola si farà con lo smartphone in classe. Senza contare l'ulteriore iniezione di cinismo nelle nuove generazioni. E' Fedeli stessa che in un'intervista per Repubblica.it arriva ad affermare al giornalista: "Lo sa che in Consiglio dei Ministri volevano che mettessi per iscritto "vietato bocciare?"". Lo smartphone a scuola può creare tutta una serie di problemi ma può anche rivelarsi un'immensa risorsa per aiutare l'apprendimento.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.