Arrivano 280 cinguettii — Twitter raddoppia

Logo e banner di Twitter sulla facciata di Wall Street

Logo e banner di Twitter sulla facciata di Wall Street

Chi usa Twitter, si trova da sempre di fronte ad un problema: concentrare quello che ha da dire in 140 caratteri.

Un test coinvolgerà tutte le lingue tranne il cinese, il coreano e il giapponese e sarà comunque un'esperimento limitato di alcune settimane, anche se non si sa con esattezza ancora di quanto.

In attesa di toccare con mano il nuovo formato - il rollout avverrà dapprima su un ristretto numero di utenti per poi estendersi a tutta la community del servizio - proviamo a capire che impatto avrà il cambiamento sulla qualità servizio. Eh sì, perché il tratto distintivo del social network in questione è sempre stato questo: il limite imposto per i caratteri da utilizzare in un tweet, limite che si ispirava agli SMS, in cui però il massimo consentito è sempre stato 160 caratteri. Da uno studio interno sarebbe infatti emerso che il 9% di chi cinguetta in inglese raggiunge il limite odierno di 140 caratteri mentre grazie alla maggiore immediatezza delle lingue orientali solo lo 0,4% dei cinguetti nipponici raggiunge l'attuale blocco. I tweet più lunghi potrebbero quindi cambiare la natura di questo social network, con un numero maggiore di utenti che potrebbero approcciarsi ad esso, nei più disparati modi.

Perché Twitter ha bisogno di cambiare, lo dicono i dati.

Sul tema dei 280 caratteri, Jack Dorsey, CEO di Twitter, chiede tempo per provare la nuova soluzione, per capire effettivamente se funziona e se piace agli utenti. Questo è legato alla "flessibilità" delle loro parole.

"Messaggio di testo avente una lunghezza non superiore a 140 caratteri, inviato a un sito Internet tramite instant messenger, e-mail o cellulare con lo scopo di comunicare informazioni in tempo reale". In molti si sono lamentati che, con quel numero di battute, si possono esprimere pochi pensieri. Considerate, a tal proposito, che ora i 7 milioni di utenti attivi su Twitter restano connessi sulla piattaforma un'ora al mese mediamente, contro le 14 ore che gli utenti di Zuckerberg dedicano invece a Facebook.

È colpa dei 140 caratteri se Twitter non cresce?

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.