Reggio Calabria aderisce alla campagna "Io non rischio"

“Io non rischio”, al via la campagna nazionale per le buone pratiche di Protezione Civile

“Io non rischio”, al via la campagna nazionale per le buone pratiche di Protezione Civile

Il 14 ottobre volontari e volontarie di protezione civile allestiranno punti informativi "Io non rischio" nelle piazze dei capoluoghi di provincia italiani, per diffondere la cultura della prevenzione e sensibilizzare i propri concittadini sul rischio sismico, sul rischio alluvione e sul maremoto.

Anche Pisa partecipa alla campagna 'Io non rischio'.

Il volontariato di protezione civile, le istituzioni e il mondo della ricerca scientifica si impegnano insieme per comunicare sui rischi naturali che interessano il nostro Paese.

"Quest'anno l'edizione sarà speciale, sarà un evento simbolico per tutte le diverse associazioni di volontariato riunite in un'unica piazza". E' un'intelligente occasione per incontrare e conoscere i volontari di protezione civile. Ma l'edizione 2017 sarà un'occasione speciale - scrive il comunicato - perché le piazze si arricchiranno di iniziative ed eventi: "i volontari, infatti, accompagneranno la cittadinanza in un percorso legato alla conoscenza dei rischi specifici del territorio e alla memoria dei luoghi".

Il Dipartimento della Protezione civile ha promosso l'iniziativa, di concerto con Ingv- Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, con Anpas e Reluis Consorzio universitario dei laboratori di ingegneria sismica.

Alla dimostrazione, organizzata dalla Protezione Civile Regionale in concorso con la Direzione Regionale dei Vigili del Fuoco, il Comando dei Carabinieri Forestali, il 118, la Croce Rossa e le associazioni di volontariato regionali, hanno assistito studenti di numerosi istituti scolastici, oltre ai visitatori della manifestazione fieristica "Expo radio 2017".

Le principali piazze dove il 14 ottobre si svolgerà la campagna informativa sono: Palermo, Messina, Vibo Valentia, Catanzaro, Crotone, Cosenza, Lecce, Brindisi, Taranto, Bari, Potenza, Salerno, Napoli, Caserta, Foggia, Roma, Frosinone, Latina, Pescara, Teramo, Ascoli Piceno, Terni, Grosseto, Perugia, Macerata, Ancona, Pesaro, Siena, Firenze, Pisa, Cesena, Ravenna, Pistoia, La Spezia, Reggio Emilia, Rovigo, Mantova, Piacenza, Imperia, Cuneo, Savona, Asti, Torino, Biella, Aosta, Verbania, Monza, Lodi, Verona, Venezia, Treviso, Trento, Udine, Trieste, Parma. L'inserimento del rischio maremoto e del rischio alluvione ha visto il coinvolgimento di Ispra-Istituto superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, Ogs-Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale, AiPo-Agenzia Interregionale per il fiume Po, Arpa Emilia-Romagna, Autorità di Bacino del fiume Arno, CamiLab-Università della Calabria, Fondazione Cima e Irpi-Istituto di ricerca per la Protezione idro-geologica.

L'appuntamento è quindi in Piazza di Fiera. Una campagna di sensibilizzazione durante la quale verrà spiegato cosa fare prima e dopo l'emergenza.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.