In pensione a 67 anni dal 2019, è rivolta

Schermata

Schermata

La speranza di vita a 65 anni, cioè il tempo che in media resta da vivere una volta superata quella soglia, è stata nel 2016 di 20,7 anni. Mentre oggi per l'uscita anticipata verso la pensione ci vogliono 42 anni e 10 mesi per gli uomini e 41 e 10 mesi per le donne. Il governo ha infatti deciso che non ci saranno "sconti", nonostante le richieste di fermare l'adeguamento automatico: a luglio i presidenti della commissione Lavoro di Camera e Senato, Cesare Damiano e Maurizio Sacconi, avevano tenuto una conferenza stampa congiunta sostenendo che lo spostamento in avanti dell'età pensionabile sarebbe stato iniquo, alle loro richieste si erano subito uniti, compatti, i sindacati.

L'istituto di statistica precisa che l'aumento della speranza di vita nel 2016 rispetto al 2015 si deve principalmente alla positiva congiuntura della mortalità alle età successive ai 60 anni. Al punto che il forte aumento di mortalità che si registrò nel 2015 (+8,2%) è parzialmente giustificato dal recupero delle diminuzioni registrate nel biennio 2013-2014.

Abbiamo già detto che l'aumento dell'età pensionabile non è meccanico. Per andare in anticipo in pensione nel 2019 si dovranno versare circa 43 anni e 3 mesi di contributi per gli uomini e 42 anni e 3 mesi per le donne.

La speranza di vita alla nascita in Italia è aumentata nel 2016 di 0,4 anni rispetto al 2015, passando a 82,8 anni (85 per le donne, 80,6 per gli uomini) secondo i dati pubblicati dall'Istat martedì.

Gli italiani vivono più a lungo. Ma si fa anche l'ipotesi che l'aumento dell'età pensionabile possa essere limitato ad alcune categorie di lavoratori, oppure possa essere più contenuto rispetto ai 5 mesi calcolati dall'Istat sulla base del meccanismo obbligatorio previsto dalla legge Fornero del 2011. Immediata la risposta della Cgil che chiede di "conoscere i criteri con i quali è determinata l'aspettativa di vita a 65 anni e rivedere il meccanismo di calcolo", ha affermato il segretario confederale Roberto Ghiselli, secondo il quale è necessario "modificare radicalmente la normativa rivedendo sia l'automatismo sia il metodo di calcolo anche tendendo conto dei diversi lavori che si fanno".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.