Lazio, che gaffe sulla corona in Sinagoga: "Hai fratelli ebrei"

Lazio biglietto Sinagoga

Lazio biglietto Sinagoga

"La Lazio - ha continuato Lotito - metterà in campo questa iniziativa ufficiale e ha preso contatto con i rappresentanti della Comunità ebraica, che oggi purtroppo è assente per impegni pregressi, almeno così ci hanno detto, e combatterà come ha sempre fatto questi fenomeni, non giustificando nessuno: "vuole fare chiarezza sugli autori di queste azioni attraverso la ricostruzione delle telecamere" per individuare "chi ha costruito artatamente e ha stampato" le immagini con la figura di Anna Frank". La stragrande maggioranza della tifoseria laziale è antirazzista e contro ogni forma di antisemitismo. Sono qui per esprimere la nostra totale dissociazione nei confronti di ogni xenofobia, razzismo, antisemitismo.

Su questo episodio si sono espressi in molti, sui social la notizie e le immagini dalle foto di #Anna Frank sono rimbalzate da un gruppo all'altro, condannati anche da chi la pensa politicamente come gli artefici di questa stupida iniziativa. Ai microfoni dei giornalisti era intervenuto anche il portavoce della SS Lazio Arturo Diaconale: "Avevamo smentito la possibilità di annullamento dell'iniziativa questa mattina, non essere qui oggi ci esporrebbe a accuse e giudizi ingiusti", ha aggiunto. "Lo trovo alquanto strano, dopo un comunicato della scorsa settimana in cui si invitava la tifoseria a non fare questi gesti". Apertura Curva Sud? Nessuna escamotage, volevamo manifestare contro il razzismo. Un gesto per cancellare quanto è accaduto domenica.

Filmati che la Questura di Roma prende in esame, viste le "espressioni di incitazione all'odio e alla violenza da parte di alcuni tifosi laziali", aprendo anche un fascicolo d'indagine. No. La Curva si è comportata in maniera corretta, stando vicino alla Lazio in un momento favorevole.

Polverone mediatico in casa Lazio per l'lepisodio degli adesivi in Curva Sud.

Claudio Lotito scivola sull'ortografia commettendo un clamoroso errore nel biglietto, posto su una corona depositata dal presidente della Lazio presso la Sinagoga di Roma, per cercare di scusarsi con la comunità ebraica dopo lo spiacevole episodio degli adesivi ritraenti Anna Frank. Lotito è stato accompagnato dai vertici del club e dai calciatori Felipe Anderson e Wallace.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.