Fedeli: "Usare l'immagine di Anna Frank in modo dispregiativo è inaccettabile"

Fotomontaggio con Anna Frank: «Vergogna, siamo al paradosso»

Fotomontaggio con Anna Frank: «Vergogna, siamo al paradosso»

"Utilizzare la sua immagine come segno di insulto e di minaccia, oltre che disumano, è allarmante per il nostro paese, contagiato, ottanta anni addietro, dall'ottusa crudeltà dell'antisemitismo". Non è possibile dimenticare ciò che è avvenuto soprattutto usando il nome, la storia e il dramma di Anna Frank in questo modo. Roba da sottosviluppati affetti da quel cretinismo vomitevole che divide, questo sì, le persone in degni e vigliacchi indegni solo che questa volta a peggiorare la situazione (capita spesso con i cretini) ci si mette anche una difesa da brividi: gli ultrà laziali degli Irriducibili si dichiarano "stupiti da tutto questo clamore mediatico" e convinti che "tutto debba rimanere nell'ambito del 'nulla', circoscritto a un contesto sportivo animato da scherno, sfottò e goliardia".

Tra le proposte è stata avanzata anche quella dell'ex premier Matteo Renzi di giocare con le maglie con una stella di David. L'iniziativa è scaturita dopo che ignoti tifosi laziali avevano, attraverso un fotomontaggio, presunto di schernire quelli della Roma facendo indossare ad Anna Frank una maglia giallorossa.

La curva sud dell'Olimpico, casa abituale della Roma, è stata riempita di adesivi razzisti durante la partita Lazio-Cagliari.

Il macabro episodio ha ovviamente sdegnato l'opinione pubblica. "Fuori gli antisemiti dagli stadi".

Il presidente della Lazio, Claudio Lotito, accompagnato da una delegazione del club biancoceleste è andato a mezzogiorno alla Sinagoga di Roma per esprimere solidarietà alla comunità ebraica. Gli adesivi e i volantini oltraggiosi poi sono stati rimossi nella mattinata di lunedi dagli addetti alle pulizie dell'Olimpico in vista di Roma-Crotone di mercoledi prossimo.

Infine, prima della gara tra Bologna e Lazio al Dall'Ara, verranno distribuite foto di Anna Frank a giocatori e tifosi: un'iniziativa promossa dall'associazione "W il calcio" a cui ha aderito anche il Comune di Bologna. Il Ministro dell'Interno, Marco Minniti, ha intanto assicurato al presidente della Repubblica il massimo impegno per individuare i responsabili. Proprio vero, non c'è più limite alla follia e all'imbecillità di certi ultras che non hanno il minimo rispetto per tragedie dell'umanità come l'Olocausto. "Sconvolgenti, miserevoli, ripugnanti - ha detto Efraim Zuroff, direttore del Centro Wiesenthal di Gerusalemme -. Sono certo che le autorità competenti faranno luce su quanto avvenuto e che i colpevoli saranno presto individuati e condannati".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.