Suso sfida la Juve: "Possiamo batterla e fare un grande match"

Quella vittoria che serviva

Quella vittoria che serviva

"Posso dire che qualche sassolino ce l'ho e me l'hanno infilato anche di nascosto, ma le mie scarpe sono comode".

Risultato che dà morale: "Vedo una squadra più coraggiosa e con un'identità più precisa".

"La squadra ha dato risposte importanti a Verona, vedo un Milan che negli ultimi tempi sta crescendo ed è sempre più sicura scrollandosi di dosso tensioni avvicinandosi a esprimere quel calcio che vogliamo fare e abbiamo pensato durante la costruzione della squadra", prosegue il mister. Se mi voleva vendere avrebbe dovuto dirmelo prima di rinnovare. L'allenatore rossonero si è anche soffermato su Calhanoglu:"E' in crescita, ha bisogno di essere sostenuto".

Se molto si è discusso - e molto si discuterà - su quanto abbia influito in positivo, per quanto questo possa apparire paradossale, l'assenza di Leonardo Bonucci in una difesa finalmente apparsa stabile, di certo non si può sottovalutare l'importanza dell'impatto avuto da Jesus Suso nella fase offensiva milanista.

Sulla Juventus: "Stimo molto la Juve, sono vincenti e sanno gestire i momenti positivi e negativi, tanto rispetto per la Juve, è una gara impari perché loro vengono da 6 scudetti consecutivi però è anche una gara storica degli ultimi 30 anni, abbiamo voglia di competere a questi livelli". La Juventus è una squadra completa. Credo sia il giocatore con più talento che ho allenato, ho grande stima in lui. Stimo moltissimo Allegri per il suo equilibrio, è sempre riuscito a stimolare l'ambiente.

BONUCCI - "Quando siamo passati a tre, anche e soprattutto era per Conti".

Nel caso riuscisse a segnare un goal a Buffon, Suso ha affermato di essere pronto a un piccolo fioretto, così come fece lo scorso anno in occasione del derby di Milano. "A San Siro con le piccole dobbiamo vincere, mentre con le grandi può succedere di tutto". "Per me l'importante è avere la fiducia della società e della squadra", così Montella riferendosi alle critiche piovutegli addosso nelle scorse settimane. "Si tratta di una partita bella da preparare, giocare e vincere".

SCORIE - "È la partita che può togliere scorie, con l'Inter abbiamo fatto la partita e perso. Spero di iniziare a guardarla verso Natale".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.