Papa Francesco mette al bando le sigarette vendute nella Città del Vaticano

Vaticano, lotta al fumo: singolare scelta del Papa Vietata la vendita di sigarette ai propri dipendenti

Vaticano, lotta al fumo: singolare scelta del Papa Vietata la vendita di sigarette ai propri dipendenti

In una zona come quella del Vaticano, che vede passare milioni di visitatori, credenti e non, ogni giorno, è saggio dare un segno di consapevolezza e autocontrollo, per spronare ogni persona a prendersi cura del corpo che Dio gli ha donato, anche smettendo di fumare.

Dal 2018 le sigarette non potranno piu' essere vendute in Vaticano: lo ha deciso Papa Francesco, "e la ragione e' molto semplice- ha spiegato in una nota il portavoce pontificio, Greg Burke- la Santa Sede non puo' contribuire a un'attivita' che danneggia chiaramente la salute delle persone". Lo ha annunciato questa mattina, giovedì 9 novembre, il direttore della Sala stampa della Santa Sede Greg Burke, rispondendo alle domande dei giornalisti circa la decisione del pontefice. "Tuttavia, nessun profitto può essere legittimo se mette a rischio la vita delle persone".

A partire dal prossimo anno, dunque, non sarà più possibile vendere o comprare né pacchetti di sigarette né tabacco a Città del Vaticano. Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità, ogni anno il fumo è la causa di oltre sette milioni di morti in tutto il mondo.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.