Pensioni, da governo piano da 300 milioni. Cgil: "Proposte insufficienti"

La durata della pensione per gli italiani il paragone impietoso con i lavoratori europei

La durata della pensione per gli italiani il paragone impietoso con i lavoratori europei

(Teleborsa) - Un "pacchetto di proposte innovative rispetto al punto di partenza", che sono il "frutto degli incontri tecnici".

LA PROPOSTA - Stop all'aumento a 67 anni dal 2019 per l'età di pensionamento per 15 categorie di lavoratori che svolgono attività gravose; via libera ad una commissione che studi la gravosita' delle occupazioni e che valuti la classificazione tra previdenza ed assistenza ai fini di una migliore separazione; revisione del meccanismo di calcolo dell'aspettativa di vita sulla base della media e non delle differenze di picco; sostegno alla previdenza integrativa dei lavoratori pubblici; miglioramento del fondo di integrazione salariale; riutilizzo delle risorse dell'ape social nel 2018; riutilizzo delle risorse dei precoci per 2018. Margini per il negoziato comunque ci sono, ma non è detto che non sia necessario un nuovo incontro tra le parti.

Sabato, il Governo presenterà a Cgil, Cisl e Uil un documento articolato che conterrà le misure annunciate questa mattina nell'ultimo incontro tecnico. Così la segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan.

Per quanto riguarda l'innalzamento dell'età pensionabile a partire dal 2019, aumento dovuto dal miglioramento dell'aspettativa di vita degli italiani e che dovrebbe essere soltanto il primo step di un progressivo cronoprogramma, il governo ha respinto ogni tentativo di stoppare questo meccanismo. Insomma, è piuttosto improbabile che ci si possa muovere dallo schema delle 15 categorie. Il leader della Uil, Carmelo Barbagallo, ha inoltre sollecitato Palazzo Chigi a "fare in modo che maturino ulteriori risposte", perché quelle di stasera "le abbiamo ritenute insufficienti".

Negativo il giudizio della Cgil: le risposte messe sul tavolo dall'esecutivo "dalla mia organizzazione sono giudicate ampiamente insufficienti" e "si riferiscono ad una platea assolutamente insufficiente", afferma Camusso, rimarcando che "le distanze sono ancora molto significative e le proposte fatte oggi non delineano una facile soluzione" per la Cgil.

I sindacati hanno chiesto al governo di mettere per iscritto, in maniera dettagliata, i testi e di rivedersi per una verifica complessiva, puntuale. Oggi dunque con i nuovi indirizzi potrebbero essere accettate circa 26.500 domande per l'Ape sociale (su 39.777 arrivate, il 75% delle 35.000 previste) e 20.000 per i lavoratori precoci (su 26.632 arrivate, l'80% delle 25.000 previste). Anche se l'Istituto precisa che il numero "sarà disponibile solo al termine dei riesami".

Si allargano le maglie dell'Ape social, il meccanismo per la pensione anticipata per le categorie più deboli come i disoccupati e i cassintegrati.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.