Migranti, per l'Onu è "disumana" la collaborazione tra Ue e Libia

Migranti, per l'Onu è

Migranti, per l'Onu è "disumana" la collaborazione tra Ue e Libia

Lo afferma una portavoce aggiungendo che è la Ue a finanziare Oim, Unhcr e Unicef.

Secondo l'UNHCR, infatti, i migranti sono rattenuti in condizioni orribili nei centri di detenzione della Libia tanto che gli osservatori ONU "sono rimasti scioccati da quello che hanno visto" riferisce Zeid bin Ra'ad Al Hussein.

L'Unione Europea si difende tramite una portavoce del Servizio europeo di azione esterna: "L'Ue sta lavorando sul terreno in Libia in piena cooperazione con le Nazioni Unite esattamente perché la nostra priorità è sempre stata quella di continuare a salvare vite umane, proteggere le persone, combattere trafficanti ed i contrabbandieri e per creare canali legali verso l'Europa per coloro che necessitano di protezione internazionale".

Ufficialmente i migranti recuperati e condotti in queste strutture attendono in gran parte il rimpatrio da parte delle agenzie Onu. "L'Ue sta dunque proseguendo gli sforzi per sostenere la creazione di un processo standard da parte delle autorità libiche attraverso il quale i migranti soccorsi dalla guardia costiera libica siano sbarcati e portati in centri di accoglienza che corrispondano agli standard umanitari internazionali". "Migliaia di uomini denutriti e traumatizzati, donne e bambini ammassati gli uni sugli altri, rinchiusi dentro capannoni senza la possibilità di accedere ai servizi più basilari" descrive drammaticamente.

I filmati sono stati consegnati dalla Cnn alle autorità libiche che hanno promesso di aprire un'indagine sul caso. Nel mirino dell'Alto commissario "l'assistenza che l'Unione Europea e l'Italia forniscono alla guardia costiera libica nell'intercettazione delle barche dei migranti".

"La sofferenza dei migranti detenuti in Libia è un oltraggio alla coscienza dell'umanità", ha continuato il principe in una nota.

"Non possiamo essere testimoni silenziosi di questa schiavitù dei giorni nostri, degli stupri e di altre violenze sessuali, di uccisioni in nome della gestione della migrazione e della prevenzione dell'arrivo sulle coste europee di gente disperata e traumatizzata", ha concluso.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.