Gentiloni: Ue non chiuda porta a Paesi dei Balcani occidentali

Gentiloni: non più fanalino coda. Italia crescerà 1,8%

Gentiloni: non più fanalino coda. Italia crescerà 1,8%

Lo ha detto il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni al termine dell'incontro con il premier bulgaro, Boyko Borissov. "Il sistema italiano si è messo in moto". Dobbiamo essere più consapevoli che la sostanza del discorso non sono le cifre, ma è capire che il Paese s'è rimesso a crescere, anche se questa crescita non ha risanato le cicatrici della crisi. Il presidente del Consiglio, inoltre, ha affermato che "la nostra economia in pochi anni è salita da livelli negativi - eravamo al -2% - a quelli che ieri l'Istat ci ha dato come previsione".

"Sono qui per testimoniare una cosa molto semplice: l'Italia è orgogliosa del vostro lavoro e del fatto che la vostra università e il vostro policlinico, la vostra universita' non statale, sia un luogo di eccezionale eccellenza, un luogo che fa un servizio alla città di Roma e al Paese".

"Si parla di rimproveri europei ma abbiamo migliorato molto il nostro deficit". Una sfida che, secondo Gentiloni, "dobbiamo raccogliere senza paura" restando "consapevoli che questi cambi epocali sono straordinarie novità che ci impongono nuove sfide. La manovra con il pacchetto impresa 4.0 si propone di intervenire per incoraggiare su più fronti".

"La Bulgaria organizzerà a maggio un vertice dell'Ue dedicato ai Balcani, l'Italia assegna a questo appuntamento una grande importanza perchè bisogna ridare un messaggio di fiducia e speranza ai Paesi dei Balcani occidentali che non devono considerare la porta dell'Ue come una porta chiusa o semi chiusa, devono continuare a poter confidare su questa prospettiva".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.