Zimbabwe, colpo di Stato. Mugabe è in custodia

ZIMBABWE, E' COLPO DI STATO: DEPOSTO MUGABE, IL RAZZISTA NERO

ZIMBABWE, E' COLPO DI STATO: DEPOSTO MUGABE, IL RAZZISTA NERO

Inoltre, in queste ore, i media riferiscono dell'arresto del ministro delle Finanze.

E nonostante la facile scusante da più parte invocata della reazione al precedente regime segregazionista di Ian Smith, tutti gli osservatori internazionali hanno rilevato che la caccia ai bianchi scatenata da Mugabe dopo la presa del potere non trovava precedenti nelle precedenti violenze di segno opposto, dimostrando come il razzismo dei neri al potere contro i bianchi costretti all'esilio non fosse meno inaccettabile della situazione contraria. Nonostante i militari stiano facendo di tutto per non chiamare queste operazioni 'colpo di stato', nei fatti non sembra essere qualcosa di diverso, sostengono gli osservatori. "Si tratta di una transizione senza spargimento di sangue in cui persone corrotte sono state arrestate".

"C'è stata la decisione di intervenire perché la nostra costituzione è stata compromessa".

In realtà, date le condizioni socioeconomiche del paese, lo Zimbabwe è distante da una ripresa e anche se il dittatore Robert Mugabe è stato deposto, la democrazia è ancora lontana. Nel mentre, il 93enne presidente dello Zimbabwe si starebbe preparando per annunciare le sue dimissioni. Il presidente ha anche incontrato gli inviati della Comunità per lo Sviluppo dell'Africa meridionale (Ssadc), principale organizzazione regionale, come hanno reso noto fonti del governo sudafricano, senza fornire ulteriori dettagli.

Mugabe ha incontrato i generali ai quali avrebbe espresso la sua opposizione a lasciare l'incarico. Lo hanno riferito alcuni testimoni all'agenzia di stampa Reuters. I soldati presenti sul posto si sono rifiutati di parlare con Reuters.

Fin dalle prime ore l'Esercito aveva precisato che quello in atto non era un colpo di Stato, piuttosto l'Esercito aveva preso temporaneamente il controllo per per colpire i 'criminali' dell'entourage del Presidente.

Il vicepresidente è stato fortemente criticato dai sostenitori della moglie di Mugabe, Grace, lei stessa considerata come un potenziale successore del marito.

In precedenza lo stesso Mutsvangwa aveva affermato che dietro la rimozione di Mnangagwa c'è la regia della first lady Grace Mugabe.

Secondo l'Unione Africana, la crisi politica nello Zimbabwe "è assimilabile a un colpo di stato".

Martedì 14 novembre, l'ala giovanile del partito di governo in Zimbabwe ha accusato il capo delle forze armate di aver sovvertito l'ordine costituzionale con la sua minaccia di intervento.

Mnangagwa e i suoi uomini più vicini sono stati a lungo complici degli abusi più gravi di Mugabe, dai massacri di Matabeleland negli anni '80 che hanno lasciato 20.000 morti, alla più recente ondata di aggressioni, rapimenti e assassini di critici e attivisti governativi.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.