Reddito di Inclusione, dal 1° dicembre sarà possibile richiedere i benefici

Reddito di inclusione/ Ultime notizie: dal 1 dicembre via alle domande, come ottenerlo, cifre e requisiti

Reddito di inclusione/ Ultime notizie: dal 1 dicembre via alle domande, come ottenerlo, cifre e requisiti

Il Reddito di Inclusione (REI) è una misura di contrasto alla povertà e all'esclusione sociale introdotta dal decreto legislativo 15 settembre 2017, n. 147, emanato in attuazione della legge-delega 15 marzo 2017 con decorrenza dal 1° gennaio 2018. Una professione che deve anche rinnovarsi per rispondere alle nuove sfide della povertà e del disagio sociale e per questo è importante il ruolo che stanno svolgendo le Università della Calabria e di Messina che hanno formato professionisti in grado di svolgere questo delicato compito, così come l'Ordine degli Assistenti Sociali si sta facendo carico della loro formazione continua.

La misura avrà una fase di prima applicazione dal 1° gennaio 2018 sino al giugno 2018 rivolgendosi ad un bacino di 1,8 milioni di persone e 500mila nuclei famigliari in cui siano presenti disoccupati ultra55enni, donne in stato di gravidenza e minori o disabili, le categorie socialmente più deboli, per poi essere esteso dal 1° luglio 2018 a tutti i nuclei familiari in possesso dei requisiti economici richiesti (qui i dettagli).

Il versamento del beneficio sarà disposto mensilmente dall'istituto successivamente all'avvenuta sottoscrizione del progetto personalizzato, fatta eccezione per l'anno 2018 per il quale l'Inps disporrà il versamento pur in assenza della sottoscrizione stessa.

Il ReI è incompatibile con la fruizione della Naspi o di altri ammortizzatori sociali da parte di qualsiasi componente della famiglia. Possono fare domanda per il ReI i cittadini dell'Ue o gli extracomunitari con permesso di lungo soggiorno residenti in Italia in via continuativa da almeno due anni.

Gli aiuti vengono caricati ogni mese su una Carta Acquisti, ora ridenominata Carta ReI, che permette di effettuare acquisti e di prelevare contante entro un limite mensile non superiore alla metà del beneficio massimo attribuibile.

TETTO E DURATA - Il sussidio arriva al massimo a 187,5 euro per una persona sola, mentre il tetto complessivo è di 485 euro per un nucleo di 5 o più persone. "Finalmente siamo arrivati a considerare solo il reddito e il patrimonio, scardinando il principio secondo cui solo con un sistema selettivo e categoriale era possibile accedere ai fondi per uscire dalla povertà".

COME RICHIEDERLO - Dal primo dicembre parte la corsa alle presentazione della domanda.

PROGETTO PERSONALIZZATO - Non ci sarà solo la componente ecomica. Il Red mira a fomire i mezzi sufficienti per una vita dignitosa e a favorire I'inclusione lavorativa e sociale delle persone e delle famiglie in condizione di povertà. Il rischio reale è quello di progetti che arriveranno con tempi lunghissimi oppure saranno più o meno progetti "fotocopia" che tradendo lo spirito del Reis farà arrivare soldi senza progetto, l'ennesima misura assistenzialistica. Inoltre, si sottolinea infine nella nota, "ricordiamo a Boeri che lo scorso 2 ottobre i segretari generali Camusso, Furlan e Barbagallo hanno rivolto un appello a Governo e Parlamento per chiedere l'incremento delle risorse per il Fondo per la lotta alla povertà in legge di bilancio e la definizione del Piano pluriennale".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.