Giro 2018, le "voci" di Nibali e Aru

Condividi Facebook     	twitter                    	Martedì 28 Novembre 2017                    
       a cura della redazione

Condividi Facebook twitter Martedì 28 Novembre 2017 a cura della redazione

"La prima crono sarà molto tecnica, se piovesse potrebbero esserci grande differenze". La data da segnare sul calendario degli appassionati delle due ruote è quella di martedì 15 maggio, in occasione della 10ma Tappa, che da Penne va a Gualdo Tadino (239 km). Salita lunga, ma non come lo scorso maggio: si arriverà all'Osservatorio, tre km sotto il rifugio Sapienza. "Nel 2018 avremo al via grandissimi campioni a cominciare da Froome, che tenterà di entrare nella storia del ciclismo vincendo l'unico Grande Giro che gli manca".

Trasferimento in Sicilia, dove sono previste tre tappe, con il primo giorno di riposo per la carovana del Giro: lunedì 7 maggio. Al Nord ci sarà la resa dei conti; 19 maggio: Zoncolan.

Ultima tappa in terra israeliana da Be'er Sheva a Eilat sulle sponde del Mar Rosso con passaggio e relativo Gpm sul Ramon Crater (il più grande cratere al Mondo con 40 chilometri ampiezza) e finale adatto ancora agli sprinter. In Israele si disputeranno anche la seconda e la terza tappa. "Si va dalla pianura rappresentata dallo scrigno di San Vito al Tagliamento per passare attraverso le colline del Sandanielese e arrivare alle bellezze naturali della nostra montagna, laddove lo Zoncolan rappresenta, in termini sportivi, il bomber che fa andare la squadra in goal per vincere le partite". La salita più dura d'Europa: Froome li frullerà tutti anche lì?

Dopo le varie salite, il Giro omaggerà Michele Scarponi, attraversando la sua città natale Filottano e quelle strade che lo hanno visto allenarsi anno dopo anno sino a quella tragica mattina del 22 aprile, proprio mentre era in sella alla sua bici in vista del Giro 100. La zona della Franciacorta, il giorno seguente, sara' invece la sede della Wine Stage. La diciannovesima vedrà scollinare su Colle di Lys, sul Colle delle Finestre, Sestriere e l'arrivo a Bardonecchia; la ventesima affronterà l'inedito Col Tsecore, St. Pantaléon e traguardo a Cervinia. Si chiuderà con una spettacolare passerella a Roma, circuito di 11km tra le meraviglie della capitale.

Nibali e Aru ospiti della presentazione svoltasi a Milano, hanno così reagito nei confronti di questo nuovo Giro 2018.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.