Roma-Spal 3-0, i giallorossi tornano a correre con Dzeko, Strootman e Pellegrini

Casual Friday e Roma in discesa sulla SPAL in dieci Dzeko si sblocca 3-1 all'Olimpico

Casual Friday e Roma in discesa sulla SPAL in dieci Dzeko si sblocca 3-1 all'Olimpico

Appuntamento col primo anticipo della quindicesima giornata di Serie A all'Olimpico, la Roma cerca di tornare al successo dopo il pareggio di Marassi e trova la SPAL sulla propria strada.

Viviani realizza il classico gol dell'ex - Sul 3-0 la Roma abbassa un po' l'attenzione e la SPAL ne approfitta: ingenuità di Manolas che trattiene Mora in area di rigore.

Per la Spal, invece, la situazione di classifica rimane difficile, ma non era certo questa la partita più agevole per cominciare la risalita verso zone più tranquille.

Nasce tutto da una palla persa da Lazzari. I giallorossi impongono totalmente il loro gioco affidandosi a Kolarov, El Shaarawy e a Dzeko. Non segnava da due mesi esatti il bosniaco in campionato, in generale era fermo dalla splendida doppietta contro il Chelsea del 18 ottobre.

La Spal è quindi costretta a capitolare poco dopo quando El Shaarawy pesca l'attaccante bosniaco in area che stoppa e scarica in porta il diagonale che bacia il palo e finisce in porta, per il vantaggio romanista. Al 53' arriva il 3 a 0: Kolarov crossa al centro per l'inserimento in corsa di Pellegrini, che sovrasta Mattiello sullo stacco e batte Gomis. Paloschi spaventa Alisson con un colpo di testa nei secondi iniziali, ma il match spiana subito a favore della Roma quando, al decimo, Felipe stende Dzeko da ultimo uomo e per il VAR è chiara occasione da gol: brasiliano prima ammonito e poi espulso da Abisso. SPAL alla terza sconfitta in sei giorni dopo il 2-1 col Chievo e lo 0-2 in Coppa Italia col Cittadella, i biancocelesti restano in zona retrocessione e nel prossimo turno avranno un fondamentale scontro salvezza col Verona in casa.

Roma (4-3-3): Alisson; Florenzi, Manolas, Juan Jesus, Kolarov (75′ Emerson); Pellegrini Lo., Gonalons (61′ Gerson), Strootman; Cenzig Ünder (64′ Schick), Dzeko, El Shaarawy. El Shaarawy serve due assist e all'altro ci pensa Kolarov, rispettivamente per Strootman e Pellegrini.

Il portiere senegalese è chiamato in causa più volte nel primo tempo ma si deve arrendere al 32′ a Strootman che di potenza realizza la sua prima rete stagionale.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.