Pietro Grasso leader di Lista Unitaria Sinistre all'opposizione del Pd di Renzi

Sinistra, Bersani: "Destra regressiva è stata sottovalutata". Civati ...

Sinistra, Bersani: "Destra regressiva è stata sottovalutata". Civati ...

Si tratta in gran parte di fuoriusciti dal Partito democratico e dunque non ci si poteva aspettare un'apertura a Renzi, visto che Renzi è stato la causa della scissione.

L'attesa "è una bella cosa". Perchè c'è più di qualcosa che non torna. Piero Grasso lo ha detto a margine dell'assemblea di sinistra, a Roma, commentando la formazione politica della lista unitaria Mdp-Si-Possibile.

L'ex Premier ha ricordato infatti che D'Alema ha attaccato altri leader della sinistra in passato, "lo ha fatto con Occhetto, con Prodi e Veltroni", facendo intendere che la tessa sorte potrebbe toccare a Grasso. Il clou del discorso arriva alla lettura dell'articolo 3 della Costituzione, una ovazione si alza appena Grasso pronuncia le parole: "La nostra sfida è questa: batterci perché tutti siano liberi e uguali".

Perno dell'intervento di Grasso, il richiamo alla carta costituzionale: "E' compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese". Ma sembra impossibile prefigurare un governo che veda nello stesso gruppo D'Alema, Bersani, Grasso e Renzi.

"Il nostro progetto - dice il leader di Possibile, primo big a parlare dal palco - non è solo mettere insieme la sinistra, che è un'impresa titanica mai riuscita, il nostro progetto è cambiare l'Italia, la sua politica, i suoi rapporti di potere". Costruiremo una nuova alleanza tra cittadinanza attiva, sindacati, forze intermedie. "Non può avere successo - ha proseguito Grasso - un uomo solo al comando, magari circondato da yesmen ma io non ho intenzione di esserlo, non può funzionare un progetto dominato dai personalismi". Il nostro progetto è aperto.

"La sinistra è una cosa più grande di una sola persona e perciò se in un collegio votare per la cosa rossa, per la sinistra radicale, significa fare un favore a Salvini o Berlusconi, penso che un elettore di sinistra farà fatica, sapendo che fa vincere loro". E' quello il voto utile. "L'imparzialità non prevede la rinuncia alle proprie idee politiche". "Per tutto questo io ci sono". "La prima voce di bilancio va dedicata alla scuola e alla ricerca". Detto questo, Renzi ha considerato ormai archiviata la possibilità di intesa elettorale fra le sinistre e il Pd.

Poi un accenno anche al "allarme fascismo" che in questi giorni viene sbandierato a sinistra. "Pisapia, dove 'campo' vai?", gioca con le parole Civati, che lancia un appello a quelli del Brancaccio e ai promotori del "no" al referendum di un anno fa.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.