Etruria: ho detto di Boschi e inchiesta

Maria Elena Boschi via libera alla querela contro De Bortoli la reazione nel giorno delle indagini sul padre per Etruria

Maria Elena Boschi via libera alla querela contro De Bortoli la reazione nel giorno delle indagini sul padre per Etruria

"Se dovessero arrivare, valuteremo il dà farsi" si spiega. Mi scuserete ma credo sia necessario. Avrebbe potuto farlo, chiedendo di secretare l'audizione, ma non era obbligato a farlo.

Vorrei sapere se Arezzo è servita soltanto per fare la "pelle" a Renzi e per questo si è deciso di sacrificare Banca Etruria.

Il padre del sottosegretario Maria Elena Boschi, Pier Luigi, risulta indagato nell'ambito di una inchiesta della procura di Arezzo sul caso dell'ex Banca Etruria.

Ma ad attaccare è anche Mdp.

La storia si ripete oggi.

Scoppia la bufera politica. Se così non fosse, anche lo stato di insolvenza sarebbe aleatorio o quantomeno "teorico". Ho chiarito che l'esclusione di Boschi riguardava il processo per bancarotta attualmente in corso, mentre per gli altri procedimenti ho precisato che non essere imputati non significava non essere indagati. Fissate bene questa frase.

Ciò che unicamente conta sapere, in questo schizofrenico fine legislatura, è se il padre della Boschi può essere accusato di qualcosa.

Durante la seduta in commissione Banche, Rossi ha più volte dichiarato che Boschi non avrebbe mai partecipato alle riunioni che hanno deliberato finanziamenti finiti poi in sofferenza e che hanno portato al fallimento della banca e dunque " non è indagato per il reato di bancarotta", ma secondo quanto riportato stamane da un'inchiesta del quotidiano "La Verità" sarebbe invece emersa l'esistenza di un nuovo fascicolo aperto dalla procura di Arezzo relativo al crac di Banca Etruria, uno spezzone di indagine che riguarda la vendita di obbligazioni subordinate alla clientela retail emesse nel 2013.

Arriva a metà pomeriggio al presidente Casini che la gira, in via riservata ai membri della Commssione. Non ho nascosto nulla circa la posizione del consigliere Boschi in relazione alle domande che mi venivano poste.

Considero tali addebiti gravemente offensivi: ho risposto puntualmente a tutte le domande che mi sono state formulate senza alcuna reticenza od omissione, così come è facilmente riscontrabile dall'ascolto della audizione pubblica ed in particolare dai punti che, estratti dalla stessa, mi permetto di trascriverLe (con indicazione dei tempi del file audio) e sottoporre alla sua attenzione. Brunetta sembra sulle barricate.

Soprattutto il Movimento 5 Stelle ha da sempre attaccato l'esponente del Partito Democratico per un possibile conflitto d'interesse, tante che i pentastellati hanno in passato presentato anche una mozione di sfiducia verso la Boschi. Il procuratore Roberto Rossi, infatti, non ha mai richiesto l'archiviazione, pur lasciandolo fuori dalle richieste di rinvio a giudizio. Il Pd mette in campo i membri in commissione, da Mirabelli a Vazio, da Esposito al tesoriere Stefano Bonifazi. Il segretario della Lega Matteo Salvini annuncia la richiesta di "un'ispezione in Procura ad Arezzo" e ribadisce che "comunque è incredibile, di fronte a questa vicenda, che la Boschi sia ancora al governo".

Il dottor Rossi ha detto non ci sono rinviati a giudizio, e da lì abbiamo capito che però c'erano anche indagati. Si utilizza la vicenda Banca Etruria per mettere in secondo piano le vere vicende, complicate, del sistema bancario italiano. In breve, quelli collocati presso i risparmiatori che hanno poi visto volatilizzare i propri risparmi. "Occorre fare assoluta chiarezza".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.