Milan, Gattuso sincero: "I nuovi non stanno dando ciò che potrebbero"

Europa League – Milan, dopo la sconfitta Gattuso ci mette la faccia: “é colpa mia. Ecco dove ho sbagliato”

Europa League – Milan, dopo la sconfitta Gattuso ci mette la faccia: “é colpa mia. Ecco dove ho sbagliato”

Queste le sue dichiarazioni: "Per noi è una partita importante". Non conta nulla per la classifica, ma a livello mentale abbiamo bisogno di un risultato positivo. Domani scenderà in campo chi ha giocato meno, per cui voglio che i giocatori mi mettano in difficoltà. "Ma non dobbiamo nasconderci, siamo la squadra che corre meno in Serie A e non è un caso". Poi c'è il cruccio della preparazione atletica: Montella punta sul lavoro col pallone fin da subito, mentre Rino ha stravolto tutto dando spazio all'intensità, a carichi più pesanti. Non possiamo caricare troppo perché c'è il rischio che i calciatori si fanno male.

Rijeka-Milan, Gattuso in conferenza: "Che emozione il debutto sulla panchina!". Quelli che sono rimasti a casa devono recuperare, ho preferito lasciarli a riposo perchè abbiamo fatto un lavoro importante sia ieri che oggi. Voglio vedere una squadra che sappia di essere forte e che sappia soffrire. L'età media di questa squadra è 21 anni, però voglio vedere il senso di appartenenza e che, nei momenti di difficoltà, non diamo la sensazione di aver paura di vincere.

Per quanto riguarda il resto, è previsto un ricco turn over che dovrebbe consentire l'esordio stagionale di Gabriel Paletta (per lui finora solo un paio di uscite con la Primavera), ma soprattutto l'utilizzo dei tanti fenomeni rossoneri, tutti classe '98, che rappresentano il futuro ma anche il presente del club di via Aldo Rossi. "L'ho visto bene, si allena bene ed è giusto dargli minutaggio". Su Biglia: "Deve migliorare, non sta al 100%". Ci lecchiamo le ferite, ma ora dobbiamo guardare avanti.

"Io ho vissuto in questi 4-5 mesi dentro Milanello e poso dire che sicuramente quando vado a proporre qualcosa dobbiamo stare attenti a limare, a non perdere i giocatori". L'anno scorso avevano un altro passo.

In chiusura ha parlato dei singoli, Kalinic: "Sperem, lo dico in lombardo. Lo vedo tranquillo, ci può dare tanto ma come tutti gli altri giocatori".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.