Dieci anni di bollini rosa per gli ospedali a misura di donna

L'Unione Sarda: le notizie in edicola mercoledì 6 dicembre

L'Unione Sarda: le notizie in edicola mercoledì 6 dicembre

Un premio per gli ospedali che si distinguono per l'offerta di servizi dedicati alla prevenzione, alla diagnosi e alla cura delle principali malattie femminili.

La premiazione si è tenuta ieri, 5 dicembre, a Roma, al ministero della Salute.

"Voglio farvi i complimenti a nome di tutta l'amministrazione - afferma l'assessore alla salute Gianmarco Medusei - Grande soddisfazione per l'attenzione che date a questa tematica, soprattutto in un momento in cui è necessario valorizzare le nostre eccellenze".

Tra gli ospedali in rosa della Usl Umbria 1, altri tre Bollini anche per l'ospedale di Città di Castello, due per Gubbio-Gualdo Tadino a Branca e per l'ospedale Media Valle del Tevere a Pantalla. Una commissione multidisciplinare presieduta da Walter Ricciardi, presidente dell'Istituto Superiore di Sanità, ha ricevuto il compito di validare i bollini conseguiti dalle strutture. Quest'ultimo, alla precedente partecipazione era riuscito a riceverne solo uno, dunque, magno gaudio per questa nuova conquista.

I criteri scelti per la valutazione sono tre: la presenza di aree specialistiche di maggior rilievo clinico ed epidemiologico per la donna, l'adeguatezza dei percorsi diagnostico-terapeutico e l'offerta di servizi rivolti all'accoglienza e alla presa in carico della paziente (assistenza sociale, telemedicina e mediazione culturale).

Sul sito www.bollinirosa.it dall'8 gennaio 2018 sarà possibile consultare le schede degli ospedali premiati, suddivise per regione, con l'elenco dei servizi valutati. "Celebriamo i 10 anni dei Bollini Rosa con una medaglia a tutti gli ospedali premiati - ha spiegato Francesca Merzagora, presidente di Onda - siamo partiti con 44 ospedali nella prima edizione e festeggiamo oggi il traguardo di 306 ospedali". "È questa la filosofia con cui la giuria ha assegnato anche questo anno i 'Bollini Rosa' promossi da Onda", le parole di Ricciardi. Tramite un apposito spazio riservato agli utenti è possibile lasciare un commento sulla base dell'esperienza personale che viene poi condiviso da Onda con gli ospedali interessati.

Nello specifico a far la differenza per l'assegnazione del "Bollino Rosa" all'Ospedale Santa Maria sono stati la presenza di un centro per la Procreazione Medicalmente Assistita (P.M.A.), l'attività dell'unità di senologia, un percorso preferenziale di assistenza dalla prevenzione alla cura, l'utilizzo di un mammografo 3D, i reparti di ostetricia e ginecologia, e l'esecuzione della partoanalgesia. "Da tempo il nostro servizio sanitario si è posto l'obiettivo di realizzare azioni per rendere l'ospedale un luogo 'vicino alle donne', sia attraverso specifici servizi dedicati, sia nel suo modello organizzativo, cercando - conclude - di realizzare un modello ospedaliero ed una medicina che fossero consapevoli della complessità che richiede la medicina di genere".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.