Tentato attacco terroristico a New York: esplosione a Manhattan

Port Authority

Port Authority

Torna la paura a New York dopo che un uomo di 27 anni del Bangladesh, tale Akayed Ullah, ha provato a farsi esplodere alla fermata di Port Authority nel centro di Manhattan. Nessuno dei soggetti coinvolti sarebbe in pericolo di vita.

La polizia, accorsa sul posto, ha impiegato pochi minuti a riconoscere nel ferito l'attentatore e a piantonarlo in ospedale, dove nel frattempo è stato portato per le cure necessarie, assieme agli altri tre feriti.

La Polizia sul luogo dell'attentato a New York.

Secondo diverse fonti giornalistiche e investigative, al momento dell'arresto ha dichiarato di essersi ispirato all'Isis, ma non risultano collegamenti con cellule terroristiche o personaggi legati alla propaganda di Daesh.

Situato nel cuore vibrante di New York, in una delle strade più prestigiose della città, 172 Madison Avenue rappresenta la nuova veste del lusso, circondato da atelier di alta moda e da boutique raffinate. L'FBI ha commentato l'accaduto con una frase che cerca di infondere coraggio in una New York destabilizzata da un nuovo improvviso attacco: "Noi non viviamo nella paura".

Secondo Cnn, l'esplosione a Manhattan sarebbe stata causata da un ordigno artigianale, un "tubo-bomba", che sarebbe esploso prima del previsto. "Hanno bombardato il mio Paese e volevo fare del male qui".

AGGIORNAMENTO ORE 16:20 - Arrivano le prime reazioni da parte delle autorità in seguito all'attentato che in queste ore ha provocato molto panico a New York.

"Dobbiamo proteggere le nostre frontiere", ha avvertito in serata la portavoce della Casa Bianca Sarah Sanders, sottolineando che il tentato attacco di oggi ripropone l'urgenza di una riforma dell'immigrazione: "Dobbiamo passare ad un sistema di immigrazione basato sul merito", ha detto ripetendo un mantra di Trump.

Le stazioni della metro A, C ed E sono state evacuate. I testimoni riferiscono di un forte boato alla stazione degli autobus, una delle più grandi e delle più frequentate.

Cuomo e de Blasio hanno quindi ammesso come vigilare ogni giorno su milioni di pendolari sia davvero una sfida da far tremare i polsi, quasi impossibile.

Ullah era da solo e indossava un ordigno, che sarebbe parzialmente esploso, in un tunnel pedonale, a due passi da Times Square. Lo ha affermato il capo della polizia di New York, James O'Neil.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.