Berlusconi: "Mussolini non era un dittatore". Poi, "era una battuta"

Berlusconi e Salvini rottura in corso? Scontro per ora latente. E Meloni se la gode

Berlusconi e Salvini rottura in corso? Scontro per ora latente. E Meloni se la gode

Le sue parole, fa capire il Cavaliere, sono state travisate poiché se non si riuscisse ad avere una maggioranza autonoma dopo il voto, è la Carta Costituzionale stessa a prevedere che resti in carica l'attuale governo per gli affari correnti. Solo in serata, accenna a una frenata: "Non è un' indicazione politica, né un auspicio, lo prevede la Costituzione".

Tornando a parlare di politica, Berlusconi indica la priorita' del programma di Forza Italia. E gli scappa anche un giudizio assolutorio su Mussolini.

E infine Berlusconi ha fatto concorrenza a Salvini sull'elettorale della destra nazionalista, dichiarando che Mussolini alla fin fine non era proprio un dittatore. Ciò mi spinge a pensare che, alle prossime politiche non c'è nessuna possibilità di una non vittoria del centrodestra. Su Angelino Alfano invece, "nessuna possibilità di collaborazione". Lo afferma Silvio Berlusconi nel corso della presentazione del libro di Bruno Vespa.

Intanto però c'è alta tensione con la Lega.

"Stop a ogni incontro col Cav". "E' una vergogna - incalza Salvini - è l'ennesimo affronto alle donne e a tutte le vittime di violenza". Pronta la replica del presidente di Forza Italia: "Lei ha perfettamente ragione signora, ora mi segno quello che lei sta dicendo". Con il loro voto hanno affossato definitivamente il provvedimento della Lega che chiede il rito abbreviato per i reati gravissimi. E' una proposta di legge della Lega, con primo firmatario lo stesso Molteni, sostenuta anche dal Pd, dal Movimento 5 stelle e da Fratelli d'Italia.

Ma non è tutto oro nel centrodestra. "Anche sulla legge Fornero non le rispondo, è un tema su cui non mi sono mai applicato, il gruppo ha assunto le sue posizioni". "Giacomo Caliendo di Forza Italia e Carlo Giovanardi di 'Idea' in Commissione Giustizia ci hanno negato la deliberate per il disegno di legge Molteni". Secondo quanto risulta ad Affaritaliani.it, sarebbe arrivato un ordine ben preciso da Berlusconi in persona per affossare la legge tanto cara a Salvini.

La Meloni pontiere. La leader di Fratelli d'Italia richiama gli alleati: "Differenze, sfumature, incomprensioni tra i tre partiti del centrodestra saranno sempre molte, ma occorre capire una volta per tutte se si vuole stare insieme per dare all'Italia un governo credibile, oppure no. Propongo un incontro chiarificatore entro Natale".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.