Morto in città Dalla Noce: aveva portato la Borsa in tv

Addio a Everardo Dalla Noce

Addio a Everardo Dalla Noce

Lo rende noto sul suo sito la societa' SPAL 2013, sua squadra del cuore che si "stringe attorno alla famiglia Della Noce per la dolorosa scomparsa, consapevole di essere rimasti orfani di un grande tifoso, garbato ed ironico nella sua passione per i colori spallini". Amante e collezionista di libri, in particolare di edizioni storiche, già apprezzato radiocronista, fu proprio dai microfoni della Radio Rai nel 1975 a descrivere il pauroso incidente occorso a Niki Lauda sul circuito del Nürburgring. Famosa restò la sua affermazione all'indomani dell'annuncio della fine della Guerra del Golfo: "C'è un'antica regola di borsa: quando un grande evento finisce, il mercato si assesta".

Dopo qualche tempo cominciò a lavorare per il TG2, nel ramo economico, e diventò uno degli inviati di Quelli che... il calcio, appuntamento domenicale imprescindibile per i tifosi, negli anni in cui il programma era condotto e curato da Fabio Fazio. Il rapporto professionale con la Rai si interruppe con il suo (breve) passaggio al Tg5.

Uomo poliedrico, esperto e critico d'arte con tanto di rubrica su Il Sole 24 Ore, Dalla Noce è stato anche un paroliere: come riporta Il Fatto Quotidiano, ha scritto un'80ina di canzoni, una di queste anche per Patty Pravo, ma è rimasto sempre nell'anonimato perché il contratto in Rai glielo vietava. "Io non ho mai dato importanza alla moda, aprivo l'armadio e la prima che capitava andava bene. La televisione del 2000 è dalla mia parte".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.