Maltempo, Lentigone di Brescello allagata: l'Enza ha rotto l'argine

Lentigione

Lentigione

Preoccupazione per il torrente Parma che è tracimato a Colorno e per altri corsi d'acqua, sorvegliati speciali, come il Secchia nel Modenese. Sul sono al lavoro da ore tecnici Aipo e protezione civile, che ha definito la situazione "complessa e in evoluzione". Nelle prime ore della mattina del 12 dicembre la rottura dell'argine, che che fatto scattare l'emergenza, dopo l'innalzamento del fiume che già l'11 aveva creato problemi, bloccando strada e ferrovia nel tratto sulla sinistra, tra Brescello e Sorbolo. Chiusa in mattinata la provinciale fra Rubiera e Campogalliano.

Quattro escavatori dell'Emilia Centrale hanno rimosso, alla luce delle fotocellule, in alcune ore la difesa spondale del Canalazzo di Brescello consentendo così un deflusso di circa 15 metri cubi al secondo: con questa decisione si è creata dal nulla una sorta di nuova autostrada di acqua per permetterne il deflusso dall'area più duramente colpita di oltre 1 milione e 300mila metri cubi al giorno. Interrotta anche la SS 63 e disposta la chiusura per precauzione delle linee ferroviarie Parma-Brescia e Parma-Suzzara, che collegano la zona del Parmense con la Lombardia. Intanto stando a quanto reso noto dalla Prefettura tutti i fiumi principali del Parmense, ossia l'Enza, il Taro e il Torrente Parma "hanno superato il livello '3', il massimo grado della scala di allarme prevista dal sistema regionale di allertamento". Il maltempo sta provocando disagi anche in Appennino.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.