Berlusconi: "Vedere il Milan è un dolore"

Berlusconi:

Berlusconi: "Vedere il Milan è un dolore"

"Soffro e provo un forte dolore perché le cose non stanno andando come dovrebbero. - ha dichiarato l'ex numero uno rossonero - E non sono d'accordo sull'utilizzo di alcuni giocatori e sul modulo usato in questo periodo". "L'ideale sarebbe giocare con due punte e Bonaventura alle spalle". E se, per esempio, Zeman è un integralista del 4-3-3, Silvio Berlusconi non concepisce un calcio senza le due punte. L'ex presidente vede solo tre fuoriclasse nella rosa del Milan: Suso, Bonaventura e Donnarumma. "In questo modo avrebbe la possibilità di arrivare a giocare dentro l'area e tirare in porta".

La critica torna indietro agli ultimi tempi della sua presidenza e a Montella: "Ho fatto esaminare tutte le partite della scorsa stagione ad un amico ed è emerso che nessun cross è stato preso dalla nostra unica punta". Le ali devono farli i nostri terzini, come succedeva con Sacchi, così in area ci sono poi almeno tre giocatori ad aspettare i cross. Il popolo di fede milanista non ha dimenticato l'operato di Berlusconi nei suoi trent'anni trascorsi con il Club di Via Aldo Rossi, fatti di gioie, vittorie e tantissimi successi, arrivati grazie alle ottime campagne acquisti effettuate nel tempo e anche ai suoi preziosi consigli, i quali hanno aiutato i molteplici allenatori del Milan a trovare la via della vittoria. Ho parlato proprio con quest'ultimo, Capello e Ancellotti: tutti concordano con me. "Anche per questo sono diventato il presidente più vincente della storia", conclude. Sul possibile ritorno di Kakà come dirigente ha detto "Mi piacerebbe!"

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.