Usa, sventato attentato di Natale organizzato da un ex marine

San Francisco

San Francisco

Stando infatti a quanto reso noto dal Dipartimento della Giustizia americano, l'uomo stava organizzando, a nome dello Stato Islamico, un attentato in un centro commerciale di San Francisco, da realizzare nel giorno di Natale, in cui aveva intenzione di fare strage con esplosivi e fucili.

L'uomo è stato incriminato per tentato sostegno logistico ad una organizzazione terrorista straniera e rischia 20 anni di prigione.

Voleva colpire al Pier 39 di San Francisco, il molo su cui tutti i turisti si fermano a fotografare i leoni marini. Jameson online ha anche lodato l'immagine di un Babbo Natale che minaccia New York con della dinamite. Il sospetto ha spiegato ad agenti sotto anonimato che intendeva provocare una esplosione fra la folla sul "Pier 39" fra il 18 e il 25 dicembre, perché "Natale è il giorno perfetto per compiere un attentato". "Quello non è l'Everitt che conosco", la zia Sarah Jameson ai microfoni di KTVU descrive un 26enne autista di carro attrezzi "molto intelligente" ma "provato" da gravi problemi familiari, con un divorzio alle spalle, un'ordinanza restrittiva nei suoi confronti per violenza domestica e la lotta per la custodia dei figli affidati all'ex moglie 24enne in carcere per furto dal maggio 2017: "E' da quel momento che è diventato musulmano". Secondo quanto dichiarato dall'FBI, negli ultimi giorni Jameson si era detto titubante sul compiere l'attentato dopo che per errore un agente lo aveva composto il suo numero utilizzando un telefono di Washington, un imprevisto che aveva messo a rischio la copertura dell'agente.

L'FBI ha sventato un attacco terroristico che l'Isis aveva in programma per il giorno di Natale a San Francisco.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.