Aggredito con acido, era acqua bollente

La vittima abita al piano terra di una palazzina e, secondo le primissime indiscrezioni trapelate, ha aperto la porta al suo aggressore che una volta trovatosi a poca distanza da lui gli ha gettato sulla testa un liquido urticante.

Le verifiche dei sanitari hanno appurato che le ustioni, meno gravi di quanto sembrasse inizialmente, erano state procurate da acqua bollente.

Ora il 61enne è ricoverato all'ospedale di Torrette di Ancona per ustioni a viso, spalla e ascella del lato sinistro del corpo, con una prognosi di 15 giorni. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri che si stanno già occupando delle indagini finalizzate alla identificazione del responsabile dell'agguato che, è presumibile, la vittima conosceva.

Questa mattina però il pensionato ha ammesso che si è trattato solo di un incidente domestico: sconosciuti i motivi per cui l'uomo, che vive solo, ha inventato una storia falsa.

L'aggressione sarebbe avvenuta in cucina, nel pomeriggio di ieri.

Dopo aver aperto la porta si è trovato di fronte un uomo che gli ha rovesciato addosso una pentola di acqua bollente.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.