Libia, esplode oleodotto. "Attacco terroristico"

Libia, esplode oleodotto.

Libia, esplode oleodotto. "Attacco terroristico"

Si tratta del 10% dell'intera produzione libica, che in novembre si è attestata su 973'000 barili giornalieri.

Le immagini riprese a distanza mostrano una enorme colonna di fumo nero.

Se quello di oggi si confermasse un attentato terroristico dell'Isis, sarebbe l'ennesimo attacco alla principale fonte di introiti della Libia: i jihadisti intenderebbero così dimostrare di non essere morti dopo essere stati schiacciati nella loro roccaforte di Sirte dalle forze di Haftar.

L'oleodotto appartiene alla compagnia Waha, una sussidiaria della compagnia nazionale petrolifera (Noc) che dopo l'esplosione ha immediatamente interrotto il pompaggio dal terminale. Prima dell'esplosione l'oleodotto pompava circa 260mila barili al giorno, poi il flusso sarebbe stato drasticamente ridotto a 60/70 mila barili. Secondo fonti militari libiche, riporta il sito della Reuters, i terroristi sono arrivati sul posto a bordo di due vetture e hanno minato l'impianto con gli esplosivi. Non lontano si trova l'altro terminale strategico di Ras Lanuf e insieme i due impianti costituiscono il complesso più importante dell'intero greggio libico. Quel che è certo è che il prezzo del petrolio è schizzato in alto: il barile di Brent guadagna il 2,33% sul mercato di Londra e si porta a 66.77 dollari, mentre a New York il Wti rialza del 2.34% a 59.84 dollari.

Negli ultimi mesi la National Oil Corporation (Noc), la compagnia petrolifera nazionale, ha intensificato i suoi sforzi per riportare la produzione nel disastrato Paese ai livelli pre-bellici del 2011 di 1,6 milioni di barili, di riportare efficienza ad una filiera danneggiata da guerra, attentati e semplice incuria.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.