Sciopero delle maestre lunedì 8 gennaio per il mancato inserimento in ruolo

Diplomati magistrali, il titolo non basta per entrare nelle graduatorie - Corriere.it - Corriere della Sera

Diplomati magistrali, il titolo non basta per entrare nelle graduatorie - Corriere.it - Corriere della Sera

A scioperare, al rientro dalla lunga pausa natalizia, i docenti e gli Ata a tempo indeterminato e determinato, atipico e precario, che metteranno quindi a rischio il regolare ritorno alle lezioni. Contestualmente, per lunedì mattina è prevista una manifestazione davanti alla sede del ministero dell'Istruzione a Roma. Uno sciopero proclamato dal sindacato Cobas, che nella sentenza, si legge in una nota, vede "drammatici problemi, professionali e umani", per i diplomati magistrali.

La protesta degli insegnanti, è stata indetta dai Cobas insieme ad altre organizzazioni sindacali, per protestare contro quella che è stata definita la "vergognosa" sentenza del Consiglio di Stato sui diplomati magistrali.

Sono circa 43 mila in tutta Italia gli insegnanti che temono per il loro posto di lavoro. Guai, dunque, se ci fossero da parte del MIUR, utilizzando questa assurda sentenza, passi sciaguratamente avventati durante l'anno in corso, che dovessero far saltare la continuità didattica per migliaia di alunni e i posti di lavoro per migliaia di docenti. Per ridurre i disagi, i genitori potranno consultare i registri elettronici o le circolari inviate dagli istituti e verificare l'adesione o meno dei docenti della scuola interessata allo sciopero. "È evidente- scrive il Consiglio di Stato- la differenza esistenza tra la posizione di chi, già inserito nella graduatoria (e per effetto di tale inserimento titolare di un affidamento meritevole di tutela), viene cancellato perché omette di presentare domanda di conferma e la posizione di chi non ha mai presentato una domanda di inserimento in graduatoria". Si chiderà che una delegazione di diplomati/e magistrali venga ricevuta dalla Ministra Fedeli.

Scuola: sindacati invocano soluzione politicaFlc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola Rua, Snals Confsal e Gilda Unams chiedono di "pensare a una soluzione politica del problema" per riconoscere i diritti di tutti e non lasciare a casa nessuno.

Inizio d'anno che si annuncia burrascoso per i lavoratori del comparto scuola.

Nel frattempo, il ministero, "ritenendo necessario acquisire un preventivo parere dell'Avvocatura dello Stato sulle modalità con cui gestire una vicenda con aspetti di rilevante complessità giuridica, si è detto pronto a riconvocare i sindacati non appena conclusa la fase di approfondimento".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.