Monossido di carbonio, 6 morti tra Piemonte, Friuli e Liguria

Una ambulanza

Una ambulanza

La tragedia è avvenuta a quattro giorni dai funerali di Luca Bortolaso e Alex Ferrari [VIDEO], i due studenti vicentini di 21 anni, morti a per intossicazione da monossido di carbonio il 2 gennaio scorso nella casa vacanza di Ferrara di Monte Baldo, in provincia di Verona, dove avevano trascorso il capodanno insieme a due amiche.

Continua a crescere il numero delle vittime causate dal "gas invisibile" [VIDEO], che stavolta ha sterminato un'intera famiglia Vignole Borbera, in provincia di #alessandria. Secondo le prime informazioni, si tratta di marito, moglie e figlio maggiorenne. Con ogni probabilita' a provocare i decessi il cattivo funzionamento di una caldaia che si trovava nell'appartamento. Le salme delle tre vittime -Luca Baroni 47 anni l'uomo, Mariangela Mele, 44anni la moglie e Mattia Baron 20 anni il figlio del primo - sono a disposizione dell'autorità giudiziaria, che disporrà l'autopsia. La Procura ha disposto l'autopsia sul corpo dei due anziani.

A Savona invece, una donna di 58 anni è morta questa mattina per una grave intossicazione da monossido di carbonio. Per Baroni, il figlio e la compagna non c'era piu' nulla da fare: il giovane e' stato trovato in pigiama su un divano, il padre a terra vicino a una finestra e la compagna dell'uomo a letto.

L'impianto è stata posto sotto sequestro e sarà sottoposto a una perizia per capire le cause di un eventuale malfunzionamento.

A Dignano una coppia di coniugi (70 anni entrambi) è morta nella loro casa a causa del monossido. Una sua parente è adesso ricoverata in gravi condizioni all'ospedale San Paolo.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.