Atac, Meleo: per il risanamento servono 4 anni, il servizio sarà garantito

Roma, venerdì 12 gennaio sciopero dei trasporti: fermi bus e metro

Roma, venerdì 12 gennaio sciopero dei trasporti: fermi bus e metro

A lanciare l'allarme è l'assessora alla Mobilità di Roma Capitale, Linda Meleo, intervenuta sulla commissione capitolina congiunta Mobilità-Bilancio convocata per l'analisi della delibera di proroga dell'affidamento del servizio di tpl ad Atac dal 2019 al 2021.

Si prospetta un altro venerdì nero per i trasporti a Roma: domani scatta lo sciopero di 24 ore (dalle 8,30 alle 17 e dalle 20 alla fine dei servizi) proclamato dai sindacati Usb, Faisa-Confail, Orsa-Tpl e Fast-Confsal Mobilità. Atac ha due anime - ha spiegato Meleo - una su ferro e una su gomma e organizzare una gara di questo tipo era impossibile in due anni. Per garantire solidità ad Atac, il Campidoglio aveva varato la proroga al 2021 dell'affidamento del servizio scatenando le ire dei Radicali ("Un'emergenza aggravata per l'immobilismo dell'amministrazione"), che chiedono il referendum per la messa a gara del servizio, forti delle firme raccolte. Anche in questo caso sono salve le fasce di garanzia. Non sarà garantito il servizio delle biglietterie e, nelle stazioni delle line metroferroviarie che, eventualmente, resteranno aperte, non sarà garantito il servizio di scale mobili, montascale e ascensori. "La politica tutta, Governo, Regione e Comune, deve lavorare per la costruzione di un'unica Azienda Regionale di Trasporto Pubblico, eliminando i debiti di Atac e includendo anche la fetta di Trasporto data oggi alle aziende private, per offrire un vero servizio di qualita' e di efficienza nel rispetto dei diritti dei lavoratori". "Senza questo orizzonte temporale sarebbe venuta meno l'ipotesi di ripristino degli equilibri economico-finanziari e non sarebbe stato possibile un serio piano di investimento". "Verranno garantiti i flussi finanziari necessari per portare a termine il piano di risanamento". Durante la riunione in Commissione, infine, l'assessore al Bilancio, Gianni Lemmetti, ha ricordato che: "Le forme di tutela in bilancio sono quelle necessarie al di là della proroga, e sono quelle che consentono a Roma Capitale di erogare il servizio, a cui siamo obbligati, e mettere in sicurezza il bilancio garantendo le risorse e l'assegnazione dei fondi per la continuità del servizio". In sintesi "questa delibera risponde esattamente ai requisiti di legge ed è importante per risanare l'azienda e per mantenere costanti livelli di servizio".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.