Goggia regina a Cortina

Sofia Goggia

Sofia Goggia

Grosso spavento per fortuna senza conseguenze per Sofia Goggia. A sole tre settimane dalle Olimpiadi, possiamo tirare un sospiro di sollievo.

Una vittoria che vale all'azzurra anche il primo posto nella classifica di specialità, proprio davanti alla Shiffrin, e che costituisce un'ulteriore iniezione di fiducia in vista dell'appuntamento olimpico che si fa sempre più vicino. Ma quel che conta è che sul gradino più alto del podio sventoli una bandiera tricolore.

Sofia Goggia: "Oggi era particolarmente difficile, non vedendo bene per terra si poteva sbagliare. Fuori Goggia - che, atterrando, sul salto è finita con la schiena sulla neve, scivolando per alcuni metri, ma rialzandosi indenne con un formidabile colpo di reni - per l'Italia la migliore è stata Johanna Schnarf nona in 1'38" 29. Eppure, con la tensione a mille, ha assistito alla discesa di Lindsey Vonn dal leader's corner. Da allora siamo molto amiche.

La migliore delle rossocrociate è stata Michelle Gisin, che con una prova in crescendo ha strappato un buon 5o posto. La grande favorita resta comunque l'atleta a stella e strisce Lindsay Vonn, che scenderà con il numero 9, mentre la Shiffrin, altra sciatrice che darà del filo da torcere alle nostre italiane, avrà l'undici.

Nella giornata di oggi c'è stato l'addio alle gare di Julia Mancuso. Eccovi allora tutte le informazioni utili per seguire al meglio la seconda discesa di Cortina.

La Goggia vince a Cortina, è prima nella classifica di discesa libera. "Non sono per niente contenta, non è andata come speravo, rispetto a ieri la neve era molto più aggressiva e su questa neve non vado bene - ha ammesso l'azzurra - Mi sentivo molto più lenta, giravo troppo intorno ai pali, andrà meglio la prossima volta". Non mi aspettavo sinceramente di commettere un errore così grande: mi sono spaventata nel momento dell'atterraggio, ma devo dire che sono anche un po' delusa perché non potevo rischiare così tanto in maniera gratuita.

Sofia Goggia ha trionfato nella classica discesa libera ampezzana mettendo in riga due campionesse del calibro di Lindsey Vonn e Mikaela Shiffrin. Centra il successo n. 79 della carriera in coppa del mondo e aggiunge un nuovo tassello nella corsa al record di Ingemar Stenmark, a quota 86 vittorie. La nuova Cannibale dello sci sarà dunque una minaccia per tutte anche nella velocità.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.