Rafinha si presenta: "Arrivo motivato e pronto. Champions, possiamo farcela"

Rafinha

Rafinha"Sogno di giocare il derby e sono ambizioso dobbiamo puntare alla Champions

"Sì è stato il primo con cui ho parlato, lo conosco da quando avevo 16 anni, abbiamo studiato e giocato insieme". Ruolo preferito? Io sono un centrocampista, ho sempre giocato in mezzo però a Barcellona ho giocato in tutte le posizioni, anche esterno; sono pronto a giocare in tutte le posizioni in cui mi vorrà mettere il mister. Allenarsi con Messi è stato un vero onore. Condizioni fisiche? Sto bene, mi sento forte e ho molta voglia di giocare.

"Sin dal primo momento in cui è uscito il mio nome ho ricevuto tanti messaggi dai tifosi dell'Inter, per me è stato importante, mi sono sentito ben voluto, ora devo dimostrare in campo questo affetto". Spalletti e' un allenatore completo, mi ha sorpreso. L'otto come numero di maglia? E' un grandissimo giocatore, lo conosco da Barcellona e l'ho sempre ammirato, è un orgoglio indossare il suo stesso numero.

E' il giorno della presentazione di Rafinha in casa Inter: il rinforzo invernale arrivato dal Barcellona è convinto di poter lasciare una propria forte impronta in casa nerazzurra.

Rafinha dunque si è definito un centrocampista. Sono ambizioso, il progetto è la Champions e non ho dubbi che questa squadra possa farcela, sopratutto con questo allenatore. Ma se penso all'Inter, mi viene in mente solo un giocatore: Adriano, l'Imperatore.

Io e Thiago siamo simili tecnicamente, ma io amo di più giocare in verticale. "Bisognava dare il massimo il massimo ed essere forti; può capitare a tutti ma è stato difficile affrontarlo". "Per motivi di lingua sto di più con i sudamericani e con chi parla lo spagnolo". Da quello che ricordo qua si difende molto bene.

Mi piace la. Musica, fin da 4 anni suono la chitarra.

Holly e Benji. E tifavo sempre per Benji.

" Quale squadra italiana non vedo l'ora di affrontare". Prime impressioni? E' stata un'impressione molto bella, il centro sportivo è molto bello, il gruppo è magnifico e mi ha accolto al meglio. Ero alla stadio, squadra fortissima e completa.

L'8? L'ho presa perché avevo questo numero perché ho vinto l'Olimpiade con questo numero. Una vittoria che manca dal 3 dicembre 2017, un periodo in cui l'Inter ha avuto una flessione con una serie di risultati negativi.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.