Treno dei pendolari deraglia: 3 morti e decine di feriti

Treno deragliato a Pioltello, tre morti e decine di feriti: ecco le possibili cause del disastro

Treno deragliato a Pioltello, tre morti e decine di feriti: ecco le possibili cause del disastro

La problematica si è verificata a trecento metri dal luogo del tragico incidente e non allo scambio come si era ipotizzato in un primo momento. Secondo Repubblica.it, sarebbero 4 i morti e 100 i feriti, di cui alcuni gravissimi. E' il racconto di un testimone oculare, Maurizio Lanzani, collaboratore di Rtl 102.5 che viaggiava da Cremona verso Lambrate sul treno deragliato vicino Pioltello che è costato la vita a 3 pendolari.

Un incidente ferroviario drammatico, che secondo le ultime informazioni ha provocato quattro morti e diversi feriti ancora in gravi condizioni. Sulla massicciata le immagini dei Vigili del fuoco permettono di vedere due carrozze: quelle centrali, parzialmente piegate su un lato, a 90 gradi l'una rispetto all'altra.

Nel frattempo gli elicotteri dei Vigili del fuoco e dei soccorritori stanno facendo la spola dal luogo dell'incidente agli ospedali.

"In attesa che gli organismi competenti accertino le responsabilità di quanto accaduto", Cgil Cisl e Uil della Lombardia, assieme alle loro organizzazioni dei trasporti (Filt, Fit e Uiltrasporti) chiedono "un incontro urgente con le aziende di trasporto ferroviario coinvolte e Regione Lombardia per fare al più presto chiarezza sulla dinamica dell'accaduto, per evitare che tali drammatici episodi si ripetano". Attraverso indagini successive si dovrà stabilire se il cedimento del binario sia stato causa o effetto del deragliamento del treno. Il questore di Milano Marcello Cardona fa sapere che 'abbiamo individuato un cedimento tra vagoni ma sono ancora in corso tutti gli accertamenti'.

Continuano a susseguirsi anche le testimonianze di persone che hanno raccontato quei tragici momenti. Nonostante in quel tratto la velocità massima consentita fosse ben più alta, il treno viaggiava a circa cento chilometri orari e avrebbe percorso circa un paio di chilometri fuori dal binario.

Un forte boato. Poi un groviglio di lamiere, grida e corpi incastrati tra le carrozze. Una scena agghiacciante e ho avuto fortuna a prendere un altro vagone che non è deragliato.

L'incidente è avvenuto poco dopo le sette, quando il treno era pieno di pendolari diretti a Milano per una giornata di studio e lavoro.

"Ero convinta di ribaltarmi", ha spiegato la donna.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.