Elezioni, Di Maio: "I riciclati da noi? ma guardate Casini"

«Il candidato M5S al Senato amico degli Spada» È stato il consigliere regionale del Pd Eugenio Patanè a scovare un

«Il candidato M5S al Senato amico degli Spada» È stato il consigliere regionale del Pd Eugenio Patanè a scovare un

Lo riferiscono fonti dello stesso movimento all'ANSA, precisando che gli incontri si svolgeranno domani, a porte chiuse, con rappresentanti di società e fondi d'investimento prevalentemente "anglosassoni, americani", e che Di Maio - accompagnato dall'economista Lorenzo Fioramonti, docente all'università di Pretoria e candidato dell'M5S - intende "tranquillizzare" gli interlocutori.

Dessì, come mai lei, aspirante senatore, vive in una casa popolare a 7,75 euro al mese? Stanno emergendo opacità che il M5S non può accettare.

Per quanto riguarda la questione Spada, il candidato chiarisce che non sarebbe esistita alcuna frequentazione con il clan, ma solo con il pugile, in quanto sarebbe stato interessato al suo talento.

Quello che emerge dall'intervista, sembra essere, in primo luogo, la volontà di governare per attuare le promesse sostenute in campagna elettorale e, in secundis, la presa di coscienza che l'attuale sistema elettorale favorisce la coalizione tra più partiti.Non finisce qui.

Nei giorni scorsi il pentastellato era finito in una polemica a causa di un video pubblicato su Youtube in cui si vedono ballare e scherzare Dessì e Domenico Spada, cugino di Roberto finito in carcere dopo aver dato una testata al giornalista di Nemo.

Ma dalla rete che, come ha sempre detto Grillo, nulla dimentica e nulla perdona, spunta un altro episodio fortemente compromettente: In un post Dessì raccontava di aver "dovuto" picchiare un giovane rumeno per riparare a un'offesa subita.

Nuovo caso per Emanuele Dessì, candidato M5s per il proporzionale al Senato nel collegio di Latina. Lombardi invece che fa? "Appare gravissimo che proprio i vertici grillini, che urlano in tv e nelle piazze contro l'assenza di trasparenza in politica, si rendano protagonisti di scelte così ambigue e contrarie ai diritti dei cittadini".

Un'assegnazione poco trasparente, che sta destando più di un sospetto. Perché l'inciucio che avevano previsto di fare all'indomani del voto, non si potrà attuare perché il Pd dal 28 è passato al 20%, e Berlusconi ha un partito che al massimo arriverà al 16%, e quindi insieme non otterranno il 51%. Ma essendo africano tira l'acqua del suo mulino, per fortuna ha la cittadinanza italiana. Ancora: "Se forniamo 17 miliardi di sostegno alle famiglie, ad esempio, produrremo un aumento del Pil che ci creerà più reddito per sostenere quelle misure".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.