"Giorno del Ricordo", in memoria delle vittime delle foibe dell'esodo giuliano-dalmata

ANSA									+CLICCA PER INGRANDIRE

ANSA +CLICCA PER INGRANDIRE

Faenza. Verrà celebrata anche quest'anno la giornata in ricordo dei martiri delle foibe: istituita nel 2004, ha luogo il 10 febbraio di ogni anno a ricordo del genocidio anti italiano commesso dagli jugoslavi e dell'esodo giuliano dalmata.

E' quanto afferma la presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini in occasione della celebrazione del Giorno del Ricordo, designato dalla Repubblica italiana nel 10 febbraio, con l'obiettivo di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell'esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra. Alla fine della seconda guerra mondiale si trasformarono in fosse comuni per migliaia di italiani, segnando per sempre nella storia dell'umanità una tragedia che ebbe il suo culmine durante l'occupazione di Trieste da parte delle truppe di Tito. A Pistoia, in piazza Garibaldi, il sindaco Alessandro Tomasi ha inaugurato un cippo che ricorda le vittime con una cerimonia alla quale hanno partecipato le autorità locali.

Negli ultimi anni si è dato particolare impulso al lavoro nelle scuole, per diffondere la conoscenza di quegli avvenimenti della nostra storia recente e puntare al superamento di preconcetti e risentimenti, per rendere davvero giustizia alle vittime e a tutti coloro che, con grande dolore, non ebbero altra scelta che la via dellesilio. Il monumento è stato realizzato dall'artista aretino Alessandro Marrone ed è stato donato alla città dal Comitato "Pietre della Memoria" e realizzato grazie anche al contributo di professionisti e imprenditori aretini, nonché dell'associazione nazionale "Venezia Giulia e Dalmazia" e della signora Italia Giacca.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.