Sanremo 2018, vincono Ermal Meta e Fabrizio Moro

Ermal Meta e Fabrizio Moro vincono il 68° Festival di Sanremo

Ermal Meta e Fabrizio Moro vincono il 68° Festival di Sanremo

Il 35enne legnanese rimasto ucciso ad agosto sulla Rambla di Barcellona a causa di un attentato terroristico è stato ricordato nella canzone di Ermal Meta e Fabrizio Moro. Un tributo a tutti gli emigranti del mondo, costretti a spostarsi per trovare lavoro, lo ha fatto Favino con un monologo tratto dal dramma di Bernard-Marie Koltés "La notte poco prima delle foreste" cui è seguito il duetto di Fiorella Mannoia e Claudio Baglioni che hanno intonato "Mio fratello che guardi il mondo" di Ivano Fossati. Interessato da sempre a TV, web e nuovi media, scrivo prima per Corriere del Sannio e Davide Maggio, poi anche per Televisionando, NanoPress Spettacoli e SuperguidaTV.

"Questo premio è anche di Febo, l'altro compositore del brano". "È un palco importante, fa paura ma è un palco e tu cerchi di fare quello che sai fare, noi abbiamo fatto tantissimi concerti, ho iniziato a suonare a 16 anni e ora ne ho quasi 43". Questo mi ha fatto prendere lo spunto, ma sono andato a prendere qualcosa che io stesso avevo scritto.

Con il brano inedito di Lucio Dalla, "Almeno Pensami", Ron si aggiudica il Premio della Critica, intitolato a "Mia Martini", per la Sezione Campioni del 68° Festival di Sanremo.

Il Premio "Sergio Endrigo" alla migliore interpretazione va ad Ornella Vanoni con la canzone "Imparare ad Amarsi" eseguita insieme a Bungaro e Pacifico.

A Mirkoeilcane il premio 'Sergio Bardotti' per il miglio testo, assegnato dalla giuria degli esperti. Ma il loro brano ha colpito tutti, e soprattutto la classe di Ornella Vanoni non è passata inosservata. "Vorrei condividere il premio con il maestro Ferrari", ha dichiarato Gazzè. Non proprio una scoperta visto che l'ormai quarantaseienne Fabrizio Moro, romano di nascita e d'adozione, non ha mai nascosto le sue origini calabresi per conto di papà e mamma.

Al ventesimo posto Elio e Le Storie Tese con Arrivedorci; diciannovesimo Mario Biondi, diciottesima la coppia Facchinetti-Fogli, diciassettesima Nina Zilli, sedicesimi i Decibel. Tredicesimo Renzo Rubino, dodicesimi Avitabile e Servillo, undicesimi Le Vibrazioni, decimo Giovanni Caccamo. Al quarto posto, a un passo dal podio, Ron.

Il vero trionfatore di questa edizione del festival di Sanremo è però il direttore artistico Claudio Baglioni che è riuscito nella duplice impresa di riportare al centro del festival le canzoni italiane e di realizzare, grazie anche alla bravura di Michelle Hunziker e Favino, un prodotto talmente curato e qualità da aver raggiunto ascolti in cui neppure la Rai sperava.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.