Roma, Totti: "Oggi costerei 200 milioni, per la Roma ho dato tutto"

Totti stronca Spalletti'Come si è comportato

Totti stronca Spalletti'Come si è comportato

"Con Spalletti non c'è mai stato un confronto e mai ci sarà": è così che esordisce in un'intervista appena rilasciata a Sky Sport. Avrei preferito chiudere in modo diverso. Fossi stato in lui avrei gestito il calciatore in maniera diversa, e soprattutto la persona: mi sarei confrontato con lui, gli avrei parlato. "Non penso che esista un altro Totti - spiega - e che nel caso possa rimanere a lungo nella Roma".

Nel frattempo a Roma si lavora a blindare Allison. Conta il business. Man mano che si va avanti le condizioni economiche aumentano, per tutti i giocatori. Le prime parole sono dedicate alla sua nuova vita da dirigente: "Sono riuscito a fare questo passaggio e l'ho fatto con lo spirito giusto: con l'armonia, con l'intelligenza di una persona grande". Potevo cambiare maglia, ho deciso di precludermi la possibilità di vincere il Pallone d'Oro per rimanere sempre con la stessa squadra. Questa sarebbe la cosa ottimale, sono che il mio direttore voglia arrivare col tempo a questo. "Io con la Roma ho vinto Scudetto, Supercoppa Italiana e Coppa Italia, percio' non ero in grado di poter combattere con altri giocatori". Sì ci aspettavamo qualche punto in più, perché abbiamo lasciato tanti punti per strada per nostre sciocchezze e per nostre stupidaggini a partire dall'espulsione di De Rossi contro il Genoa, o il Chievo, o partite nelle quali abbiamo dominato ma non abbiamo chiuso la partita. noi siamo sempre stati un pochino dietro Napoli e Juventus anche quando eravamo più vicini: per organico, per quello che è stato il mercato e il mantenimento della rosa.

C'è ancora tantissimo da fare ma questa squadra nonostante il cambiamento e il metodo di lavoro ha assimilato presto dopo le difficoltà iniziali quello che gli chiedevo.

Chiusura sul momento del mercato mondiale e della sua idea sull'acquisto dei top player: "Fosse per me spenderei qualsiasi cifra al mondo per comprare i giocatori più forti, anche perché per vincere servono determinati profili". Questo l'ho sempre detto e lo dirò sempre. Mi auguro che rimettendo a posto tante varie situazioni societarie si possa poi dare continuità a tanti giocatori e si possa creare un assetto dove poi inserire altri giocatori.

Io li alleno, non faccio il mercato. "Il presidente metterà a disposizione un budget e in base a quel budget dovrà essere bravo a costruire una squadra".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.