Poste Italiane: 2017 in crescita, sale l'utile

Poste taglia lavoratori, Noi per la Famiglia:

Poste taglia lavoratori, Noi per la Famiglia: "Preoccupati"

Poste Italiane ha annunciato ieri un risultato netto 2017 in aumento a 689 milioni di euro dai 662 di un anno prima e proposto un dividendo di 0,42 euro, superiore di quasi l'8% a quello del 2016. Cresce, con un +2,7%, pure la raccolta cumulata, diretta ed indiretta, che si è attestata a 506 miliardi di euro rispetto ai 493 miliardi di euro al 31 dicembre del 2016.

Il 2017 "ha registrato un consistente aumento della raccolta BancoPosta e del risultato operativo di PosteVita".

"A luglio 2017 avevamo promesso una politica di dividendi stabile e in crescita e ora annunciamo la distribuzione per l'esercizio 2017 di una cedola in crescita del 7,7%, pari a 0,42 euro per azione" ha detto ieri l'ad a valle del cda di approvazione del bilancio.

Le azioni Poste Italiane sotto la lente dopo il rilascio di entusiasmanti conti 2017 (i preliminari). Incoraggiante l'aumento dei ricavi nel comparto pacchi, segno della capacità dell'azienda di cogliere le crescenti opportunità dello sviluppo dell'e-commerce in Italia. Nell'esercizio 2017, i ricavi totali del Gruppo, inclusivi dei premi assicurativi, hanno segnato una crescita dell'1,0% rispetto all'esercizio precedente e si attestano a 33,4 miliardi. "Il dato migliore delle stime e' stato determinato dal miglioramento sul fronte dei costi di Mail&Parcel, che ha piu' che bilanciato il rallentamento del fatturato, determinato anche dalla stagionalita' delle attivita' assicurative", sottolineano ancora gli esperti di Morgan Stanley, secondo cui ci sono "tuttavia 1,6 miliardi di guadagni non realizzati nel portafoglio di bond che consentirebbero a Poste di bilanciare in parte il piu' basso contributo".

Matteo Del Fante, ad di Poste Italiane: Poste Italiane S.p.A. ha reso nota oggi la propria intenzione di aderire all'aumento di capitale sociale a pagamento di Anima Holding S.p.A. Il settore finanziario ha contribuito con ricavi a 5,2 miliardi, mentre i servizi postali e commerciali hanno generato 3,6 miliardi (-5% sul 2016). Il totale ricavi è risultato pari a € 8,1 miliardi (comprensivi di € 4,5 miliardi di ricavi captive, principalmente per servizi di distribuzione), in calo del 2,8% rispetto all'esercizio 2016 (€ 8,4 miliardi). Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.