Champions, la Roma dura un tempo: vince lo Shakhtar

'Tentazione Florenzi': le prime pagine di oggi

'Tentazione Florenzi': le prime pagine di oggi

Azionare il rewind fa più male che bene e alimenta il magone per una squadra che da allora ha fatto da comparsa, proprio come accaduto alle altre italiane (eccezion fatta per la Juventus di Allegri negli ultimi anni). A Kharkiv si affrontano due formazioni che non vantano una tradizione particolarmente positiva negli ottavi di finale di Champions League.

Lo Shakhtar Donetsk si è qualificato come secondo nel Gruppo G, alle spalle del Manchester City e davanti al Napoli, ed è in primo in campionato. Lo ha anticipato Bernard sul sito della Uefa: "Sono un grande club dice il centrocampista ma vogliamo sfruttare le loro debolezze". riproduzione riservata ®. Sono le parole del tecnico della Roma, Eusebio Di Francesco, alla vigilia dell'andata degli ottavi di finale di Champions League contro gli ucraini dello Shakhtar Donetsk. Insomma squadra da prendere con le molle. Mi auguro che continui di questo passo, non deve mai mollare e lavorare con grande umiltà. "Ancora è tutto da giocare e non vedo perché dobbiamo già pensare a una stagione sbiadita anche se in campionato ci siamo allontanati da quello che poteva essere un sogno a inizio anno". "Anche le squadre ucraine ora sono meno fisiche ma più qualitative". Match che si preannuncia equilibrato: un pareggio tra gli spagnoli di Montella e gli inglesi di Mourinho paga bene (X a 3,25).

Percentuali identiche a quelle nella mente di Di Francesco, che spera di recuperare Florenzi, finito ko per un problema intestinale che lo ha costretto a restare in albergo e saltare così la conferenza stampa e la rifinitura. Mancheranno lo squalificato Srna e l'infortunato Malyshev.

I giallorossi di Di Francesco fanno visita in casa dello Shaktar, un campo molto difficile, dove troveranno una formazione che ha superato il turno precedente con estrema facilità.

ROMA (4-2-3-1): Alisson; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; De Rossi, Strootman; Under, Nainggolan, Perotti; Dzeko. L'allenatore pescarese si affiderà al 4-2-3-1, e punterà ancora una volta su Cengiz Under . In mezzo al campo spazio a De Rossi e Strootman mentre in avanti Perotti è in vantaggio su El Shaarawy.

A disposizione: 28 Skorupski, 25 Bruno Peres, 5 Juan Jesus, 7 Lo.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.