Ema, ricorso Milano "irricevibile". Amsterdam: "Siamo pronti". Sala: "Partita ancora aperta"

Gentiloni governo resterà dalla parte Milano anche in nuova fase

Gentiloni governo resterà dalla parte Milano anche in nuova fase

Il Consiglio Ue ha designato Amsterdam per il trasferimento dell'Ema dopo un sorteggio che ha escluso l'altra città candidata favorita, Milano; ma il Parlamento europeo ha poteri di co-decisione per la modifica del regolamento Ue che istituisce l'Agenzia, modifica che sarà necessaria per definire la nuova sede. E siamo tutti fortemente convinti della fondatezza del nostro ricorso che peraltro ha già prodotto risultati importanti: "l'Olanda ha tirato fuori dal cassetto tutti i documenti secretati e la nostra richiesta di accesso alla documentazione della Commissione Ue è stata accolta".

Anche il legale che rappresenta il Comune di Milano e che ha inoltrato il ricorso, ha rimarcato che questo è "fondato e ricevibile, come lo stesso tribunale dell'Unione europea ha riconosciuto". Se il ricorso presentato dal Comune di Milano "fosse davvero irricevibile - ha spiegato l'avvocato Francesco Sciaudone, Managing partner di Grimaldi Studio Legale che ha curato i ricorsi dell'amministrazione del capoluogo lombardo - il tribunale l'avrebbe già fatto sapere, ma non è stato così". Mentre il sindaco, Beppe Sala, parla di un'azione difensiva che il Comune si aspettava e dice: "La partita è più aperta che mai". E' quanto sottolineano fonti a Bruxelles vicine al dossier. Ed ha aggiunto: "Il Consiglio Ue non rigetta nulla perché non ha il potere di farlo, come non ha nessun potere di dichiararlo irricevibile". La diatriba si consuma proprio nel giorno in cui una delegazione di europarlamentari è atterrata ad Amsterdam per verificare di persona lo stato dell'arte dei lavori del Vivaldi Building, che dovrebbe essere la sede definitiva dell'Ema. "Si tratta semplicemente di andare a vedere se ad Amsterdam ci sono le condizioni per garantire l'operatività dell'agenzia, che è interesse dei cittadini europei, per avere farmaci avanzati e in grado di controllare tutte le malattie che abbiamo di fronte". Ma il Consiglio, si legge nel documento, "non può essere considerato l'autore della decisione impugnata, visto che è stata presa dai rappresentanti degli Stati membri". "In realtà abbiamo scoperto che gli aggiustamenti della sede" provvisoria "non prevederanno un tender, cioè un bando di gara, e pensano di poterli effettuare in tempo". "Il vero problema è il tempo necessario per le ristrutturazioni, ma non ci sono grandi esigenze". Al capo delegazione Giovanni La Via (Ap, gruppo Ppe) sono cadute le braccia: "Qui siamo molto lontani". È emerso pure che non c'è un piano alternativo.

E' partita questa mattina per Amsterdam la missione della Commissione Envi del Parlamento europeo, che dovrà valutare l'adeguatezza delle soluzioni fornite dal Governo dell'Aja per ospitare l'Ema, prossima a trasferirsi da Londra per via della Brexit.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.