Caiata, Movimento Siena 5 Stelle: ''Avevamo ragione noi''

Caiata si è autosospeso dai 5 stelle

Caiata si è autosospeso dai 5 stelle

Non diceva esattamente tutta la verità Antonio Tasso, candidato all'uninominale nel collegio di Cerignola-Manfredonia per i 5 Stelle.

Il candidato Salvatore Caiata, presidente del Potenza Calcio, è fuori dal Movimento, per un'omissione che "giustifica l'esclusione". Evidentemente i sondaggi - quelli veri - prevedono un successo clamoroso per il Movimento 5 Stelle e questo costringe il 'sistema' a sparare adesso tutte le sue cartucce. "Certo, una denuncia ci fu - ammette - circa 20 anni fa se non ricordo male, tra il 1999 e il 2000: mi sono difeso come era mia diritto in quell'occasione e non ci fu nessuna condanna né amministrativa né penale e il caso è stato archiviato" garantisce.

Tasso tra i prescelti di Luigi Di Maio per gli uninominali, candidato nel collegio Manfredonia Cerignola, si sta difendendo da un'accusa che gli muove da giorni dal deputato uscente Michele Bordo suo avversario nelle liste del Pd. Adesso, non dopo, perchè 'onesta e 'trasparenza' sono i primi fra quei valori. Quindi, nonostante la prescrizione, sarebbe incompatibile con il codice etico grillino. In risposta, amici cittadini, a voi che siete gli unici a cui devo delle spiegazioni, dico che per potermi candidare nel Movimento 5 Stelle, oltre al curriculum, ho inviato il casellario giudiziale, il certificato dei carichi pendenti e il certificato ex articolo 335 che serve per verificare l'esistenza di denunce o indagini. "Per questo metto totalmente a disposizione tutta la documentazione che possa servire per chiarire questo attacco che mi viene rivolto e mi autosospendo dal Movimento".

All'indomani della 'cacciata' di Caiata, la base pentastellata senese - che già aveva voluto prendere una distanza dai big 5 stelle disertando la manifestazione M5s davanti al Monte dei paschi di Siena - oggi mette nero su bianco il suo malumore e in una nota scrive: "Premesso che nessuno, secondo il nostro ordinamento giudiziario, può essere considerato colpevole fino a sentenza definitiva, era evidente che la candidatura di Salvatore Caiata nelle file del Movimento 5 Stelle in Basilicata fosse quantomeno inopportuna". Ho molta fiducia in quello che la magistratura vorrà dire, anzi spero e invito la Procura a dire come, da questa indagine, non sia emerso assolutamente niente sul mio conto.

"A tal proposito devo specificare anche che la notizia relativa alla vendita del ristorante il Campo alla cooperativa La Cascina è falsa, perché ancora oggi quel ristorante è di mia proprietà - precisa Caiata - L'affetto e le dichiarazioni di stima che ho ricevuto da migliaia di persone mi danno la forza per essere più determinato di sempre a voler contribuire al cambiamento di questo Paese". "State tranquilli: non mi ritiro, sono più tosto di prima!". Il Campo nel frattempo finisce a La Cascina, poco tempo dopo si presenta come nuovo patron del Potenza Calcio.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.