Copritevi bene arriva Buran, il vento gelido venuto dalla Russia!

Scatta allerta meteo, rischio neve e gelo

Scatta allerta meteo, rischio neve e gelo

Il maltempo non s'arrende, anzi! "Una preoccupazione che riguarda anche i vigneti se le temperature minime dovessero scendere per lungo tempo su valori estremamente bassi".

Sabato 24 altra giornata molto perturbata.

Una intensa ondata di freddo è alle porte: fra Domenica e Mercoledì le temperature si abbasseranno raggiungendo valori ampiamente sotto la media a causa dell'afflusso di aria particolarmente fredda dai quadranti nord-orientale (leggi qui le previsioni). Tra lunedì e martedì, infatti, le temperature possono scendere anche di dieci gradi rispetto alla media stagionale, con le minime che possono toccare i meno sette-otto gradi anche in pianura e le massime che toccheranno gli zero gradi. Una cosa è certa: le temperature sono in picchiata e nel giro di un paio d'ore alcun zone arriveranno addirittura a -15 gradi.

ROMA- Antonio Sanò, direttore di IlMeteo.it lancia l'allerta termica.

Questo vento gelido spira da Nord-nordest, e anche se raramente, dalla Siberia può raggiungere il cuore dell'Europa e l'Italia. La quota neve si abbasserà anche al di sotto dei mille metri di altitudine e potranno verificarsi fenomeni di gelate.

Nessuna speranza di miglioramento per il meteo di oggi e dei prossimi giorni. Valutata allerta gialla su gran parte dell'Emilia Romagna e dell'Umbria, su Abruzzo, Lazio, Campania, Molise, Basilicata, sul resto della Puglia e della Sicilia. Sarà una fase di gelo intenso, paragonabile a quello del 1985, o perfino dell'annata gelida del '56. Il gelo siberiano farà il suo ingresso in italia tra domenica e lunedì, soprattutto nella parte centro-settentrionale del nostro Paese.

Le temperature che si registreranno nei prossimi giorni saranno bassissime. "Massime in genere comprese tra 6°C e 10°C al Nord, anche inferiori sull'Emilia Romagna, al Centro tra 7°C e 11°C, al Sud tra 9°C e 13°C".

Gli esperti meteo hanno confermato l'arrivo di una ondata di gelo di notevole intensità, proveniente dalla Siberia e con l'Europa che nel corso di questo weekend verrà colpita sotto i gelidi venti del Burian. Il freddo, insomma, è come una coperta corta: ieri sera dal satellite era già visibile il movimento dell'aria gelida dalla Russia verso l'Europa, con Mosca piombata a -23°, mentre in Artico i valori erano solo di poco sottozero.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.