Sicilia - Sicilia, M5s vicino al 50% c.dx 30%

Elezioni Savarino “Il Paese ha bisogno di governabilità”

Elezioni Savarino “Il Paese ha bisogno di governabilità”

"Il voto di ieri ci consegna una sconfitta chiara per il Partito Democratico, una sconfitta bruciante". Un ringraziamento, in tal senso, va anche a Beppe Picciolo e Gianpiero D'Alia per il contributo che sono stati in grado di fornire. Lo afferma il deputato uscente del Partito Democratico Giuseppe Berretta. Non soltanto: il "No" all'astensionismo è stato chiaro ed è stato una espressione che ha accomunato la collettività nazionale. "Spero che metta il massimo impegno nel rappresentare al meglio il nostro territorio". "Musumeci e i suoi candidati in FdI - sottolinea - sono stati bocciati". A Palermo l'effetto trascinamento del sindaco Leoluca Orlando non c'è stato: gli accordi di corrente fatti sulla pelle dei militanti hanno ucciso sul nascere ogni possibile spinta propulsiva. Bisogna rifondare dal basso una comunità democratica ripartendo dai valori autentici del centrosinistra. "Ammucchiate che non portano a nulla".

"La Sicilia a guida Miccichè/Musumeci rovina la festa al centrodestra e al presidente Silvio Berlusconi". Seguite da questa finestra tutti gli aggiornamenti sul voto in Sicilia.

"Per arginare l'ondata grillina occorrevano ben altre candidature, nei collegi ed ancor più nei listini". I mal di pancia mal celati nella maggioranza del governo regionale sono pronti ad uscire allo scoperto dopo la tornata elettorale indigesta per molti - troppi - big del centrodestra siciliano. Il M5s fa il boom con il 63% dei voti, con il candidato Pietro Lorefice, staccato il Centrodeststra con il 23%, e la candidata Giovanna Candura, tracollo Pd con la candidata Annalisa Petitto appena sopra il 10%. Vuol dire che dei 77 parlamentari eletti in Sicilia, 53 sono del movimento di Luigi Di Maio: più di due terzi.

"In Sicilia - aggiunge Musumeci -, la nostra proposta politica, alle elezioni regionali, ha trovato il consenso maggioritario dei cittadini proprio in ragione della necessita' di rispondere al loro disagio con azioni di governo precise, respingendo velleita' e facili demagogie".

Cancelleri sottolinea anche il cappotto rifilato al centro destra. O il centrosinistra riuscirà a strappare qualche collegio?

Se si guardano le percentuali delle coalizioni rispetto alle elezioni del 2013 (il numero dei partiti è diminuito o aumentato così come sono cambiati alcuni simboli) alla Camera, Sicilia 1, il Centrodestra ottiene il 32,88 % contro il 30,7% del 2013 mentre il Centrosinistra il 12,70% contro il 21,3%.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.