28enne, madre e nonna trovati morti in casa

Monza, tre morti in un appartamento: forse omicidio-suicidio

Monza, tre morti in un appartamento: forse omicidio-suicidio

Lui si chiamava Alessandro Turati.

Omicidio-suicidio a Paina di Giussano (Monza). Sono stati ritrovati tre cadaveri, tutti morti per le ferite da arma da taglio. Al terzo piano, fuori dall'appartamento incriminato si percepisce soltanto un fitto silenzio, ma quando le Forze dell'Ordine fanno irruzione lo scenario che si trovano dinanzi è davvero sconvolgente: ci sono tre corpi a terra senza vita. I carabinieri hanno lavorato tutta la notte per ricostruire la possibile dinamica dei fatti. A dare l'allarme era stato un vicino che non riusciva a mettersi in contatto con la famiglia.

La porta dell'appartamento al secondo piano dove vivevano le tre vittime era chiusa dall'interno, a chiave. Nel duplice omicidio e suicidio sono morti l'omicida di 28 anni, la madre di 52 e la nonna di 88 e l'autore della strage. Per entrare i soccorritori hanno dovuto sfondare la porta.

Il 118 e i Carabinieri sono giunti poco alle 23 di mercoledì. I loro cadaveri sono stati scoperti nei rispettivi letti, coperti di sangue.

La vita problematica dell'uomo è ora al vaglio degli inquirenti, così come la situazione relazionale ed economica della famiglia. L'11 febbraio di 4 anni fa, infatti, Michele Graziano, 40 anni, uccise a coltellate i suoi figli, Elena di 9 anni e Thomas di 2 anni, avuti con due donne, per poi tentare inutilmente il suicidio nella sua casa a Paina di Giussano.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.