Giovane mamma uccisa e gettata in un pozzo nel Siracusano

Siracusa madre di 20 anni uccisa e gettata in un pozzo sospetti sul compagno   
                       
                
         Oggi alle 16:02

Siracusa madre di 20 anni uccisa e gettata in un pozzo sospetti sul compagno Oggi alle 16:02

Il suo cadavere è stato rinvenuto solo questa mattina, in fondo ad un pozzo in contrada Stallaini, zona in aperta campagna. I due sono usciti di casa per una passeggiata lasciando il figlio di 8 mesi con il nonno, il padre di Laura. Una zia della vittima ha riferito che la nipote era stata picchiata dal compagno più volte, ma non aveva mai voluto presentare denuncia. Sarebbe indiziato dell'omicidio. In base ad una prima ispezione cadaverica, la donna sarebbe stata uccisa la sera di sabato 17 marzo intorno alle 22. Pare che il cadavere della giovane, per la presenza di lamiere che lo trattenevano, sia rimasto incastrato a metà profondità del pozzo, che qualcuno forse, nel suo piano maledetto, voleva diventasse la sua tomba silenziosa. Poi lo ha coperto con il coperchio in ferro e si è allontanato.

In serata l'uomo ha iniziato a chiamare entrambi i cellulari senza ottenere alcuna risposta e poi ha avvisato i carabinieri, nella convinzione che alla figlia potesse essere successo qualcosa. "Sembra che Laura litigasse spesso con il compagno ma al momento è difficile dire di più", dice il comandante provinciale dei carabinieri, Luigi Grasso. La ragazza aveva avuto giovanissima un bimbo che vive con la nonna paterna.

Sul luogo del ritrovamento, oltre alle forze dell'ordine [VIDEO], sono giunti anche i parenti della vittima per il riconoscimento della salma. La notizia è già rimbalzata su tutte le testate nazionali ed arriva all'indomani dell'incontro, organizzato a Noto nell'ambito di Volalibro, sul tema del femminidio, con il racconto della storia di Eligia Ardita, giovane infermiera siracusana uccisa il 19 gennaio di 2 anni fa, insieme alla figlia Giulia che portava ancora in grembo. "Una donna, una giovane mamma, non può morire in questo modo violento".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.