Catania, esplosione in una palazzina: morti due vigili del fuoco

Roma fuga di gas all'asilo. Evacuata dai vigili del fuoco la scuola in via Conti

Roma fuga di gas all'asilo. Evacuata dai vigili del fuoco la scuola in via Conti

La chiamata ai Vigili del Fuoco è stata effettuata dai vicini che, insospettiti dalla puzza di gas, non avrebbero esitato a chiamare il 115; una volta arrivata sul luogo la squadra ha cercato di aprire il garage dell'officina e proprio in quel momento sarebbe avvenuta l'esplosione. Le condizioni di uno dei due sono peggiorate. Tutti si fermano anche solo per qualche istante per rivolgere un saluto e una preghiera a chi non ce l'ha fatta.

Il Longo è stato trovato carbonizzato in quello che resta dell'appartamento. Ma anche se non l'avesse usata, non è scontato che siano state le scintille ad aver causato l'esplosione.

Sulla grave tragedia è intervenuto il Coordinamento nazionale dei Vigili del fuoco - Unione sindacale di base che in queste ore chiede silenzio, ma soprattutto rispetto ad alcuni organi di informazioni troppo sbilanciati nel fare ipotesi non corrispondenti al vero. Oggi la procura di Catania, con l'inchiesta diretta da Carmelo Zuccaro, potrebbe disporre l'autopsia sui corpi delle tre vittime. La Procura non ha ancora disposto l'autopsia in attesa di accertamenti tecnici preliminari.

Catania - Ci sono almeno tre vittime nell'esplosione della palazzina di ieri sera a Catania: due sono vigili del fuoco, l'altro il gestore di una bottega.

Una fuga di gas e poi l'esplosione in una officina. "Gli ho detto 'ma che sta facendo' e - ricostruisce Lizio - lui mi ha risposto, 'si allontani'".

Dopo la parentesi granata Giorgio Grammatico si era distinto anche nelle file del Marsala e del Valderice.

Aggiunge la Funzione Pubblica Cgil con un comunicato a firma di Salvatore Cubito (Fp Catania) e Gaetano Agliozzo (Fp Sicilia): "L'ennesima grave tragedia che ha stroncato la vita di due lavoratori ci addolora e ci allarma. L'azienda ha confermato che non intende fare marcia indietro sui licenziamenti collettivi, per questo occorre che la Regione si attivi per individuare investitori disposti a rilevare il sito mantenendo la produzione in loco e stabile il numero di occupati". "Non è possibile", replica un signore piccato perché, spiega, "loro sanno come intervenire in questi casi".

Uno dei pompieri rimasto illeso ha raccontato: "Ero vicino al nostro mezzo di trasporto, perché dovevo prendere degli attrezzi, quando ho sentito la violenta esplosione: non ho visto cosa è accaduto prima, ma dopo la scena à stata drammatica. Non la dimenticherò mai", ha raccontato il superstite.

Sentite condoglianze e vicinanza alle famiglie dei due colleghi che hanno perso la vita per un'esplosione a Catania.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.